Remco Evenepoel vince la Volta ao Algarve tra vari record

Remco Evenepoel vince la Volta ao Algarve tra vari record

24/02/2020
Whatsapp
24/02/2020

Seconda vittoria stagionale in corse a tappe per Remco Evenepoel (Deceuninck-QuickStep). Il giovane (20 anni) belga ha vinto la Volta ao Algarve con una prestazione maiuscola su ogni terreno, ma in particolare nella cronometro finale all’ultima tappa (20,3km coperti da Evenepoel a 50,5km/h di media), in cui non ha solo rifilato 10″ al campione del mondo di specialità Rohan Dennis (Ineos) e 19″ all’altro specialista e campione svizzero Stefan Küng, ma ha anche stabilito il nuovo record del percorso, identico nelle ultime tre edizioni della corsa portoghese. Tanto per dire, Evenepoel ha rifilato 53″ a Geraint Thomas ed è arrivato sul traguardo subito dietro Dan Martin (ISN), partito 2 minuti prima.

Evenepoel è anche il più giovane vincitore nella storia della Volta ao Algarve.

Evenepoel ha vinto quindi la classifica generale con 38″ di vantaggio su Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe) e 39″ su Miguel-Angel Lopez (Astana). migliore degli italiani Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo), 12° a 2’02”.

Il prodigio belga, interrogato sulla sua partecipazione al prossimo Giro d’Italia, ha lanciato un messaggio al limite dell’inquietante per i suoi avversari:

Sto lavorando duro per i raggiungere i miei obiettivi. Sto lavorando duramente da due mesi, non sono ancora nella forma migliore, ma ho ancora tempo. È una strada ancora lunga, ma sono contento di dove sono ora“.

Evenepoel ha anche raccontato di come nella cronometro sia partito a tutto gas (15″ di vantaggio su Küng all’intermedio) per poi “gestirsi” rallentando nella parte collinare…

La Deceuninck ha portato a casa tre vittorie di tappa (2 Evenepoel, 1 Jakobsen) oltre alla vittoria generale in questa Volta ao Algarve, raggiungendo già adesso 12 vittorie stagionali, di cui 5 grazie a Evenepoel.

Commenti

  1. Ragazzi,
    una piccola riflessione:
    Remco pedala su bici specialized. Queste bici sono equipaggiate con cuscinetti ceramici. Remco va come un treno.
    COINCIDENZE? Io non credo!

    #50Wsonodiceramicspeed
  2. da una parte c è quella vocina che mi dice che quando è troppo è finto, specie nel ciclismo. dall'altra mi sembra difficile pensare all'ultimo arrivato che frega tutti. certo che a guardare i numeri sembra quasi che gli altri siano tutti scemi, o forse solo lui disumano. anche al di là dell'età (che è un grosso al di là) non ho mai visto uno così basso andare così forte a crono
  3. Alberto Baraldi:

    Ribaltando però il tuo discorso, e non sto dicendo che sia così, uno potrebbe farsi venire dei dubbi proprio perché eccelle troppo, in tutti i campi sportivi, per quelle che sono le sue caratteristiche fisiche e potrebbe pensare che forse, per una volta, ci troviamo davanti a un ragazzo che è stato "creato in laboratorio" pompandolo di GH o chissà che altro sin dalla tenera età da genitori/tutori pazzi o cose simili, ricordando Messi ad esempio.
    Ripeto, non lo credo e non sto dicendo che sia così, me lo godo così come è anche perché sono tra quelli che ha fiducia nei controlli, sto solo dicendo che capisco chi è dubbioso. In ogni caso, con l'attenzione che ora ha addosso e perdipiù essendo parte del Wolfpack, se ci fossero sospetti in gruppo sono sicuro che le voci uscirebbero fuori, gli altri non ci tengono a fare tutti la figura dei fessi.
    non credo che a lui non facciano controlli e soprattutto non credo che i genitori siano cosi folli da far prendere medicinali in via sperimentali magari destinati ad animali........sembra tutto assurdo.
    Ovviamente per come va e' strano.......ma e' pur vero che le doti atletiche esistono......anche MDVP come guida e' un numero 1 mai visto,stessa cosa vale anche in qualche altro sport.......che poi se mi chiedi di mettere le mani nel fuoco assolutamente no