Sonny Colbrelli tornato a casa dall’ospedale

Sonny Colbrelli tornato a casa dall’ospedale

Piergiorgio Sbrissa, 02/04/2022

Sonny Colbrelli è tornato oggi a casa dopo essere stato dimesso dalla clinica di cardiologia dell’Università di Padova, dove è stato ricoverato sabato 26 marzo. Lo comunica la sua squadra, la Bahrain-Victorious in un comunicato:

L’atleta è stato sottoposto a valutazione clinica cardiovascolare coordinata dal Professor Domenico Corrado, Direttore dell’Unità di Cardiomiopatia Genetica e Cardiologia Sportiva dell’Azienda Ospedaliera/Università di Padova, centro di eccellenza italiano per la diagnosi e la cura delle malattie aritmogene del muscolo cardiaco, a seguito del suo cedimento dopo l’arrivo della tappa 1 della Volta a Catalunya due settimane fa.

Sulla base dei risultati della valutazione clinica, in accordo con il personale medico del team, giovedì Sonny Colbrelli è stato sottoposto con successo a un intervento di impianto di defibrillatore sottocutaneo (ICD).

Il professor Domenico Corrado ha dichiarato: “A Padova, l’atleta è stato sottoposto a una valutazione clinica, genetica e di imaging completa per identificare la causa dell’aritmia che ha portato all’arresto cardiaco e la terapia più appropriata. La decisione di impiantare un dispositivo salvavita è stata condivisa da Colbrelli che ha ricevuto un ICD sottocutaneo. Il dispositivo funziona per correggere il ritmo del cuore se è necessario in casi estremi”.

Sonny Colbrelli proseguirà la riabilitazione a casa per garantire privacy e tranquillità a lui e alla sua famiglia. Il Team Bahrain Victorious incoraggia tutti a rispettare la privacy del nostro atleta e gli augura una pronta guarigione.

 

Commenti

  1. su GCN, canale youtube, dicevano che per Colbrelli, l'idoneità non dipende dalla nazione della squadra in cui corre, ma dalla sua nazionalità. pertanto, da come dicevano, o cambia nazionalità, o non potrà correre :cry
  2. Mirko Lodi:

    Attento a ciò che scrivi..... interviene l'admin e chiude la discussione, anche se ci si confronta normalmente, purtroppo ad oggi la realtà e questa, e a molta gente da fastidio che se ne parli, invece che cercare di capire di piu, meglio mettere tutto a tacere......
    Che scopo avrebbe l'admin a chiudere questa discussione e mettere tutto a tacere?
  3. Giantista:

    Invece credo che la discussione in questi termini non serva a nessuno, però....

    Se ognuno di noi si limitasse a descrivere la propria esperienza/sensazioni e facessimo un ragionamento su eventuali elementi in comune, allora sarà possibile parlare di un nesso causale per arricchirci reciprocamente.

    Sarebbe più o meno come dire: "oggi ho mangiato un piatto di pasta ed ho pedalato per molti km senza accusare stanchezza" qui non siamo nutrizionisti però, la semplice sensazione, ti indica una strada... quella dell'importanza dei carboidrati!
    Giantista:

    ma tu sai leggere ? Cioè almeno il diploma l'hai preso ?
    perchè non hai capito proprio niente di quello che ho scritto!
    Sicuro di stare bene ?
    Guarda che la perla in neretto l'hai scritta tu, ed @EliaCozzi ha risposto a quella.
    Puoi arricchirti reciprocamente quanto vuoi, parlare di esperienze e sensazioni quanto vuoi, ma se non hai le conoscenze per interpretare i dati, rimangono chiacchiere da bar. Chi ha le conoscenze (la comunità scientifica mondiale) si è già espresso su argomenti e si è posta problemi che noi nemmeno potremmo mai immaginare -> e quindi, se su un forum di ciclismo si parla di ciclismo e non di vaccini, un motivo c'è.