Lotte Kopecky e Tadej Pogacar vincono la Strade Bianche 2022

51

Siena, 5 marzo 2022  [Comunicato stampa] Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) ha vinto la 16^ edizione della Strade Bianche Eolo, da Siena a Siena (Piazza del Campo) di 184 km, con un attacco da lontano quando mancavano 50 km al traguardo, nel tratto di sterrato di Monte Sante Marie.
Staccati, Alejandro Valverde (Movistar Team) e Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) hanno completato il podio.

RISULTATO FINALE
1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) 184 km in 4h47’49” alla media di 38.358km/h
2 – Alejandro Valverde (Movistar Team) a 37”
3 – Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) a 46″

 

DICHIARAZIONI
Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, il vincitore Tadej Pogacar ha dichiarato: “Che  vittoria incredibile. Ho attaccato da lontano ma solo quando ho visto il cartello dei 5km al traguardo ho capito che ce l’avrei fatta. Ho voluto accelerare sul tratto di sterrato di Monte Sante Marie, nessuno mi ha seguito e mi sono ritrovato solo in testa. Ero concentrato e mi voltavo continuamente indietro per vedere se arrivasse qualcuno, non ero sicuro di poter vincere. Nel finale mi erano rimaste pochissime energie ma sono bastate per arrivare al traguardo”

In campo femminile

Lotte Kopecky (Team Sd Worx) ha vinto l’ottava edizione della Strade Bianche Women Elite Eolo, da Siena a Siena (Piazza del Campo) di 136 km. Sul traguardo finale nella storica piazza ha preceduto in uno sprint ristretto Annemiek Van Vleuten (Movistar Team Women). Terza Ashleigh Moolman-Pasio (Team Sd Worx), staccata a 10″.

RISULTATO FINALE
1 – Lotte Kopecky (Team Sd Worx) 136 km in 3h59’14” alla media di 34,109 km/h
2 -Annemiek Van Vleuten (Movistar Team Women) s.t.
3 – Ashleigh Moolman-Pasio  (Team Sd Worx) a 10″

DICHIARAZIONI
Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, la vincitrice Lotte Kopecky ha dichiarato: “Non riesco a credere di aver vinto le Strade Bianche! È la vittoria più importante della mia carriera.
Abbiamo fatto un grande lavoro di squadra con tutto il Team Sd Worx. Nel finale mi sentivo bene, quando Annemiek Van Vleuten ha attaccato ho dato tutto per seguirla. Sapevo di dover prendere in testa l’ultima curva, ero preparato per questo finale.”

Commenti

  1. Valverde: "Quando Pogacar è partito ero intorno al decimo posto nel gruppo, lui se n'è andato e mi è stato impossibile seguirlo, è partito molto forte. Una volta che è andato sapevamo che sarebbe stato molto difficile inseguirlo. E' un terreno dove bisogna sapersi regolare bene, senza un metro piatto, ed è uno scenario in cui lui si gestisce benissimo".
  2. Skilab:

    Ho visto solo un altro ciclista vincere ogni tipo di corsa , non era neanche così giovane e si vedeva che almeno faticava, questo arriva al traguardo che sembra andato a prendere un caffè al bar.
    Ti giuro che non sto scherzando...ma a quale ciclista alludi?
  3. Maiella:

    Certamente. Evenepoel ha dimostrato grandi doti fisiche, ma tante lacune tecniche, tattiche, caratteriali. Si dice che ciò sia dovuto al suo tardivo approdo al ciclismo, ma ho sempre rifiutato questa giustificazione che ritengo valida solo per l'aspetto tecnico. Infatti non mancano esempi di corridori che hanno iniziato tardi e che hanno dimostrato maggiori attitudini caratteriali e di predisposizione, con ricadute positive anche sulla crescita tecnica.
    Da domani comunque si avrà un primo scontro diretto tra i 2 alla Tirreno,per me avrà la meglio lo sloveno,ma se per caso dovesse vincere il belga si aprirà un mondo davanti
Articolo precedente

L’UEC ha aperto una campagna di raccolta fondi per l’Ucraina

Articolo successivo

Remco e Alaphilippe uniti alla Tirreno

Gli ultimi articoli in News

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…