[Test] Ruote Bontrager Aeolus 5 TLR clincher

[Test] Ruote Bontrager Aeolus 5 TLR clincher

14/07/2016
Whatsapp
14/07/2016

Schermata 2016-07-14 alle 11.32.35

 

Bontrager, settore componenti ed accessori di Trek, ci ha fornito per un test le ruote Aeolus 5 TLR D3, un set di ruote full carbon per copertoncino con cerchi alti 50mm.

Queste ruote si basano su mozzi DtSwiss e su cerchi di ultima generazione con dimensioni 27mm esterni e 19.5mm interni di larghezza, quindi adatte ad un utilizzo con copertoncini da 25mm in su, che consentono di tenere pressioni non troppo elevate, senza penalizzare la scorrevolezza e senza sollecitare troppo le pareti dei cerchi, punto classicamente debole delle soluzioni full-carbon clincher.

bontrager-aeolus-d3-tlr

Le ruote arrivano complete dei copertoncini Bontrager R3 25mm.

Senza copertoncini e sganci le due ruote hanno fatto rilevare un peso di 1470gr, poche decine più del dichiarato. Un peso veramente ottimo in rapporto all’altezza del cerchio e la soluzione per copertoncino.

Ed in particolare, quasi 100gr in meno della vecchia versione provata da noi a suo tempo.

IMG_1401-11

I mozzi hanno il corpo in carbonio.IMG_1394-8

 

Prova

Abbiamo potuto utilizzare queste ruote per diversi mesi, in ogni condizione atmosferica e tipologia di utilizzo.

Essendo fornite di copertoncini standard non le abbiamo utilizzate in configurazione tubeless, per cui però sono compatibili, con valvole apposite fornite.

In mesi di utilizzo non abbiamo mai forato in ogni caso, ed i copertoncini Bontrager erano ancora in ottime condizioni anche dopo qualche migliaio di kilometri, anche di utilizzo su strade sporche invernali.

IMG_1397-9

Nel complesso sono eccellenti ruote, dal peso eccellente in rapporto alla tipologia, ma anche molto buono in assoluto. La costruzione molto larga permette di sfruttare appieno i copertoncini più larghi, dai 25mm in su, consentendo di avere ottimo comfort e trazione, in particolare dando grande sicurezza su strade sporche o bagnate.

Eccellente anche la frenata, a livello di ruote come Campagnolo Bora o Enve. Con le ruote vengono forniti pattini sughero, i quali mostrano però i loro limiti col bagnato. In questa condizione la frenata si allunga parecchio e diviene anche poco prevedibile, nel senso che a piste frenanti asciutte, tendono a bloccare di colpo. In questa condizione sono decisamente migliori i SwissTop BlackPrince consigliati da Bontrager, fornendo prestazioni anche con pioggia analoghe a quelle di ruote in alluminio.

Anche sull’asciutto questi pattini forniscono una frenata più aggressiva, ma col rovescio della medaglia di essere più rumorose, con frequenti fischi. L’usura dei pattini è maggiore coi pattini in sughero forniti.

Ottiime ruote a 360 gradi quindi, che rappresentano un prodotto maturo nel settore carbonio per copertoncino.

IMG_3374-9

 

Sito Bontrager

Prezzo: 2400eu