Tokyo 2020: Primoz Roglic oro nella cronometro

Tokyo 2020: Primoz Roglic oro nella cronometro

Piergiorgio Sbrissa, 28/07/2021

Bellissima e tiratissima prova a cronometro maschile alle olimpiadi di Tokyo con quattro corridori in 5 secondi. Ma con un solo dominatore, ovvero lo sloveno Primoz Roglic, che ha percorso i 44,2km della prova in 55’04” (media 48,16km/h) vincendo l’oro. Argento per l’olandese Tom Dumoulin a +1’01”, bronzo all’australiano Rohan Dennis a +1’03”. Subito dietro lo svizzero Stefan Küng a +1’04” e l’italiano Filippo Ganna a +1’05”.

Delusione per il favorito della vigilia, il belga Wout Van Aert, che ha concluso 6° a +1’40”, probabilmente pagando gli sforzi della prova su strada che gli è valsa l’argento. Lacrime di gioia alla fine per Tom Dumoulin, per essere tornato su un podio importantissimo dopo il rientro alle gare. Lacrime, ma di sconforto, per Stefan Küng, a soli 4/10 di secondo dal bronzo che vede sfumare un’altra gioia dopo la delusione alla prima cronometro del recente Tout de France.

Roglic ancora una volta dimostra enorme forza mentale nel riprendersi da duri colpi, come quello fisico e mentale del ritiro per caduta al Tour.

Commenti

  1. EliaCozzi:

    Certamente anche se avessi la strada chiusa non sarei in grado di affrontarlo a quelle velocità,
    Quel che volevo dire è che mi pare più "naturale" uscire di strada sulla curva prima, che tra l'altro è cieca e stringe molto, cosa che per altro qualcuno ha fatto (credo fosse DePlus nel 2017 o 2018), che non su quel ponte.
    Poi è chiaro che le dinamiche di gara introducono variabili infinite e imprevedibili. Ci sta pure una distrazione che in 1/10 di secondo fa prendere male un muretto.
    Probabilmente é rimasto dentro la curva a destra per poco e si é ritrovato nella condizione di essere veloce e non riuscire a chiudere la curva a sinistra cadendo dal ponte.

    Per dirti, le volte che l'ho fatta in moto come scorta tecnica col giudice dietro, per andare più veloce di loro dovevo tirare al massimo in rettilineo, perchè nel misto stretto andavano molto più veloci.
    Dalla tv non ci si rende conto di quanto vadano forte.