Tom Pidcock in solitaria sull’Alpe d’Huez

27

Il più giovane vincitore della storia sull’Alpe d’Huez è Tom Pidcock (ineos), il quale ha vinto oggi la 12^ tappa del Tour, Briançon-Alpe d’Huez (165km e 4660mt di dislivello) davanti Louis Meintjes (Intermarché – Wanty Gobert) e Chris Froome (Israel – Premier Tech).

A 22 anni e 349 giorni Pidcock batte il precedente record di Lucho Herrera, vincitore sull’alpe a 23 anni e 74 giorni nel 1984.


Terzo sul traguardo di tappa, Chris Froome (Israel-PremierTech) si è consolato con la sua prima top 10 in più di tre anni (dalla quarta tappa del Tour des Alpes nel 2019 -5°-). Oggi ha ottenuto la sua migliore prestazione con i colori del team Israel Premier Tech ed è tornato sul podio di una tappa di montagna con un arrivo in salita per la prima volta dal luglio 2018 (11a tappa del Tour de France a La Rosière).

Per quanto riguarda la lotta per la maglia gialla, la Jumbo-Visma ha controllato tutta la tappa coi suoi uomini. Negli ultimi 5km Tadej Pogačar ha dato due stoccate che sono state seguite senza apparente difficoltà da Jonas Vingegaard. Qualche difficoltà l’hanno avuta invece Romain Bardet (Team DSM) e David Gaudu (Groupama-Fdj), i quali hanno perso 19″ dal trio di testa Vingegaard-Pogacar-Thomas. Bardet scende quindi alla 4^ posizione a 9″ da Thomas.

Curiosità: il più vecchio vincitore sull’Alpe d’Huez è il portoghese Joaquim Agostinho, vincitore nel 1979 a 36 anni e 99 giorni.

Commenti

  1. Io sono sempre più affascinato da Van Aert. Secondo me in un’altra squadra farebbe il capitano e farebbe classifica. Eccome! Se si pensa a quanta energia “spreca” in tirate colossali, poi lo fermano e gli fanno riportare sotto qualcuno che si è staccato, fa le volate… secondo me fa anche i massaggi e cucina. Fantastico
  2. maccarello:

    Spero di non vedere amatori panzuti e assatanati che cercano di imitarlo:ueh:
    PS: accapponare i capelli non l'avevo ancora sentita :mrgreen:
    Domenica starò attento di non vedere piccoli Tom crescere in discesa! o-o
  3. igor_ferro:

    Io sono sempre più affascinato da Van Aert. Secondo me in un’altra squadra farebbe il capitano e farebbe classifica. Eccome! Se si pensa a quanta energia “spreca” in tirate colossali, poi lo fermano e gli fanno riportare sotto qualcuno che si è staccato, fa le volate… secondo me fa anche i massaggi e cucina. Fantastico
    Laverá pure le bici....MARZIANO!
Articolo precedente

Come nasce una bici?

Articolo successivo

Warren Barguil fuori dal Tour per covid

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…