Tom Pidcock si ritira dal campionato del mondo di ciclocross e non difenderà il suo titolo

34

Il britannico Tom Pidcock (23 anni) non sarà in competizione per il titolo mondiale il 5 febbraio a Hoogerheide, nei Paesi Bassi, preferendo concentrarsi sulla preparazione per la stagione su strada. Anche se non era ancora ufficiale, si sapeva che Tom Pidcock non avrebbe fatto del ciclocross la sua priorità invernale, il suo programma, dava già indicazioni da tempo che aveva scelto di concentrarsi maggiormente sulla strada.

Il piccolo dubbio che ancora esisteva sulla sua partecipazione ai campionati mondiali del 5 febbraio è stato definitivamente sciolto dal suo allenatore Kurt Bogaerts, il quale lo ha annunciato al canale televisivo fiammingo Sporza domenica, a margine dell’X²O Trophy di ciclocross a Baal (vinto da Eli Iserbyt davanti a Michael Vanthourenhout e al campione del mondo): “siamo d’accordo su questo da un po’ di tempo. Tom vuole fare una buona primavera nelle classiche e si concentrerà interamente su questa parte della stagione. Era impossibile combinare la sua preparazione con la Coppa del Mondo di Hoogerheide”.

La strada è quindi spianata per il duello tra Mathieu van der Poel, che punta al 5° titolo mondiale, e Wout van Aert, che cerca il 4°.

Commenti

  1. Ser pecora:

    In ogni caso non è una cattiva scelta: piuttosto che fare un piazzamento che gli aggiunge nulla tanto vale prepararsi bene per le classiche.
    Vero.
    Ma un campione del mondo in carica che non difende la maglia però è anche un alzare bandiera bianca, forse è proprio questa la vera differenza con i due Van...
  2. Diciamo che in febbraio sarà utile anche fare un preparazione su strada,visto che comunque in marzo ci saranno già gare importanti per lui,pero' boh,io su strada faccio fatica ad metterlo a fuoco.
    Essendo piccolo e leggero,dovrebbe andare forte in salita,ma sarà dura andare sui livelli di Pogacar,Vingegaard ed Evenepoel,sulle classiche si e' veloce ma comunque le prende da WVA,MVDP ed anche Pogacar e Evenepoel che su classiche dure difficilmente se lo porterebbero dietro,quindi diciamo che se vuole vincere qualcosa di veramente importante deve crescere abbastanza in questa stagione
  3. jan80:

    le prende da WVA
    Non sempre, non dimentichiamoci l' Amstel Gold Race e Freccia del Brabante 2021.
    Comunque probabilmente causa altri impegni (mtb, cx) lui non ha ancora dimostrato il suo potenziale, sia per quanto riguarda gare a tappe che per gare di un giorno, vedremo se questo sarà l'anno giusto.
Articolo precedente

Il calendario del World Tour sarà modificato a partire dal 2026

Articolo successivo

Uno-X e Israel-Premier Tech invitate al Tour de France

Gli ultimi articoli in News