Il caso Froome difficilmente si risolverà prima del Giro

Il caso Froome difficilmente si risolverà prima del Giro

21/03/2018
Whatsapp
21/03/2018

Chris Froome (Sky) sembra destinato a correre il prossimo Giro d’Italia visto che il suo “complicato” caso difficilmente si risolverà prima, perlomeno questa l’opinione del presidente UCI David Lappartient.

Tutti, dalla Sky e Froome stessi, all’UCI, ai ai tifosi sino agli organizzatori delle corse chiedono da mesi “tempi rapidi” per la soluzione giudiziaria del caso, ma la doccia fredda per tutti arriva proprio da Lappartient, che alla Gazzetta dello sport ha dichiarato che spera che il caso si risolva “il più presto possibile, ed ho detto che speravo fosse prima del Giro, ma non credo e non sono sicuro sia possibile“. “Stiamo spingendo, ma il caso concerne anche aspetti tecnici, non è cosi semplice  e richiede tempo. Comprendo che i tifosi vogliano dei risultati, ma abbiamo precise procedure all’UCI, e dobbiamo seguirle per la credibilità del nostro sport“.

“I nostri avvocati e quelli del corridore stanno discutendo il caso, ed entrambe le parti hanno avvocati capaci e questo caso è molto più complicato di uno normale. Il giudice della corte antidoping dell’UCI sta cercando di risolvere alcune questioni procedurali“.

Sul quotidiano francese Ouest-France va oltre:

La gente vuole il sangue…ma l’UCI è un’istituzione che rappresenta le procedure ed i diritti delle parti, e questo prende tempo! Qualunque decisione giudiziaria in Francia o altrove prende del tempo. Il diritto deve essere rispettato. E Froome ha il diritto di essere rispettato come chiunque”

[Se la gente vuole tempi più rapidi]“…è perché glielo mettono [i media] in testa ogni 5 minuti! Vogliono del sangue subito! Solo che questa non si chiama giustizia. Si chiama giustizia sommaria il condannare senza ascoltare e senza la possibilità di presentare i propri argomenti. Se il codice mondiale antidoping prevede quei tempi è perché ci possono essere casi specifici. Froome pretende di esserne uno e quindi merita di essere studiato. So benissimo che tutti vogliono che sia giudicato al più presto, noi pure, ma insomma…

Gli avvocati di Froome in particolare sembra abbiano passato gli ultimi mesi a produrre perizie tecniche per dimostrare che l’anomalo livello di salbutamolo nelle sue urine sia dovuto ad un malfunzionamento renale, ma ovviamente sono voci non confermate. Ad ogni modo l’UCI deve a sua volta far valutare queste perizie da specialisti.

Nel frattempo Froome corre, anche se a livelli non ottimali, come ha dimostrato alla recente Tirreno-Adriatico dove ha terminato 34°, a 13′ dai compagni Michal Kwiatkowski vincitore, e Geraint Thomas 3°. Thomas che intanto sta preparandosi ad un ruolo da capitano per le corse a tappe.

Anche se Froome, seppur compostamente, ha replicato decisamente alle continue dichiarazioni di Lappartient:

Ho visto i suoi commenti e credo di stare facendo  del mio meglio per seguire le procedure. So che è una situazione difficile, ma vista la sua preoccupazione per la reputazione del nostro sport credo che sarebbe più indicato se facesse i suoi commenti di persona, o perlomeno attraverso i mezzi appropriati e non attraverso i media. Sto ovviamente facendo tutto il possibile per rivolvere tutto questo il più velocemente possibile tenendo un profilo basso.”

Nel frattempo si susseguono le opinioni sulle varie possibilità che il caso offre finalmente. In pochi mesi si è passati dall’idea che Froome si autosospendesse volontariamente per poter retrodatare ogni sanzione all’inizio di questa, alla presunta richiesta di Froome all’UCI di avere una pena ridotta ammettendo una negligenza, sino alla minaccia di Lappartient di applicare l’articolo 7.9.3 del codice antidoping, mai invocato prima, per cui Froome potrebbe essere forzatamente sospeso prima del verdetto sul caso. Lappartient ha minacciato l’applicazione di questo articolo “nel caso non si risolva entro tempi accettabili“.

 

Quali saranno questo tempi per Lappartient? Per ora non si sa. Anche se molteplici segnali fanno pensare proprio ad un post-Giro, giusto in tempo per non permettere a Froome di partecipare al Tour de France. Eventuale partecipazione al Tour de France che Lappartient ha bollato come “disastro”, cosa ripetuta anche da Christian Proudhomme, direttore del Tour, per il quale l’accoglienza di Froome sulle strade da parte del pubblico potrebbe essere un pessimo spettacolo a livello d’immagine. Ricordiamo che Froome è stato bersaglio nel 2015 di un bicchiere di urina gettato addosso da uno spettatore durante la 14^tappa, mentre nel 2016 è stato sonoramente fischiato sul podio nel dopo tappa. Idem nel 2017 al via della cronometro di Marsiglia.

In tutto questo ricordiamo che anche l’eventuale sospensione che il tribunale antidoping dell’UCI potrebbe comminare a Froome (da 6 mesi, a partire dal 7 settembre 2017, sino a 2 anni) potrebbe essere rinviata se la Sky facesse ricorso al TAS (tribunale arbitrato sportivo) di Losanna. E la sospensione partirebbe solo dopo la sentenza da parte di quest’ultimo. Il che consentirebbe a Froome di correre senza problemi Giro e Tour.

Sempre per promemoria, ricordiamo i casi conosciuti (quelli che hanno portato ad sospensione quindi pubblici, ma ricordo, a titolo di esempio che nel 2015, su 72 controlli positivi di sostanze non proibite, 13 non hanno portato a sanzioni) che fanno giurisprudenza :

Alessandro Petacchi nel 2007 fu sospeso 1 anno (1320 nanogrammi per mml di salbutamolo), anche se il TAS decretò che non ci fu volontà di barare

Diego Ulissi (1920 nanogrammi per mml) fu sospeso 9 mesi nel 2014. Per la cronaca: la Lampre lo sospese durante il procedimento, ma visto che anche questo durò parecchio, per una gara tolse la sospensione e Ulissi gareggiò, poi per le polemiche che ne seguirono non si ripeté la cosa. Il risultato ottenuto nella corsa (22°) non fu tolto dopo che fu decretata la sospensione.

Alexander Piliuschin (1600 nanogrammi per mml) fu sospeso 9 mesi nel 2014.

Leonardo Piepoli (1800 nanogrammi per mml) non fu sanzionato nel 2007.

Simon Yates fu sospeso nel 2017 4 mesi per livelli eccessivi di Terbutaline (la TUE non fu notificata dal dottore della Orica-GreenEdge), sostanza della stessa categoria del salbutamolo. Yates ammise la negligenza.

E per concludere in modo semplice: non è nemmeno chiaro se una eventuale sospensione dopo Giro e Tour porterebbe ad una revoca dei titoli eventualmente vinti. Le opinioni sono contrastanti anche qui. In particolare quella di Martha Kelner del Guardian secondo cui potrebbe non perderli, ma non fornisce spiegazioni sul perché.

 

 

31
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
31 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
17 Comment authors
bach7maxtor70Sbradipusutah Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
faberfortunae
Member
faberfortunae

“La gente vuole il sangue…ma l’UCI è un’istituzione che rappresenta le procedure ed i diritti delle parti, e questo prende tempo! Qualunque decisione giudiziaria in Francia o altrove prende del tempo. Il diritto deve essere rispettato. E Froome ha il diritto di essere rispettato come chiunque” [Se la gente vuole tempi più rapidi]“…è perché glielo mettono [i media] in testa ogni 5 minuti! Vogliono del sangue subito! Solo che questa non si chiama giustizia. Si chiama giustizia sommaria il condannare senza ascoltare e senza la possibilità di presentare i propri argomenti. Se il codice mondiale antidoping prevede quei tempi è… Read more »

123lorka
Member
123lorka

Dite quello che volete ma se questa e giustizia?????Lappartient fa gli interessi della Francia e del Tour non del ciclismo. Se veramente Froome fa il Giro sub iudice e poi viene squalificato dopo per non fargli fare il Tour e VERGOGNOSO. Se gli organizzatori del Giro hanno le p..le non faranno partecipare Froome al Giro (ovviamente se non ci sara un sentenza prima). Non devono permettere che si arrivi ad un altro caso Contador. Se non lo fanno manderanno un messaggio inequivocabile: il Giro rispetto al Tour e una corsa di serie C

Andrea Sicilia
Editor

123lorka Dite quello che volete ma se questa e giustizia?????Lappartient fa gli interessi della Francia e del Tour non del ciclismo. Se veramente Froome fa il Giro sub iudice e poi viene squalificato dopo per non fargli fare il Tour e VERGOGNOSO. Se gli organizzatori del Giro hanno le p..le non faranno partecipare Froome al Giro (ovviamente se non ci sara un sentenza prima). Non devono permettere che si arrivi ad un altro caso Contador. Se non lo fanno manderanno un messaggio inequivocabile: il Giro rispetto al Tour e una corsa di serie C Gli organizzatori del Giro non possono… Read more »

bianco70
Member

samuelgol Gli organizzatori del Giro non possono rifiutarlo. E' un corridore NON squalificato, NON sospeso, che fa parte di una squadra Pro Tour che HA diritto di partecipazione e di schierare chi vuole. I tempi in cui Pantani e cipollini erano dichiarati non graditi al Tour ora non si possono ripetere. Riguardo alle dichiarazione del presidente UCI, sono le prime che gli leggo di buon senso (secondo me) riguardo a questa vicenda. E sono anche abbastanza eloquenti. Non possono sospenderlo perchè la sua casistica può celare una innocenza che non consente nemmeno una sospensione cautelare, come nel caso di altre… Read more »

Andrea Sicilia
Editor
bianco70

Quindi anche gli organizzatori del Tour non possono rifiutarlo?

Credo di no. Altrimenti non vedo perchè Preud'homme si preoccuperebbe. Basterebbe rifiutarlo se non vuole rogne.

S
Member
samuelgol

Sinceramente, quel che non capisco è perchè ci voglia così tanto tempo a sostenere e presentare una tesi difensiva e poi a verificarla. Questo mi sfugge proprio. ;nonzo%

Infatti secondo me il problema è questo, perchè queste lungaggini generano tutti i sospetti e le ilazioni che girano intorno a questa vicenda. E questo è colpa dei regolamenti, non di Froome o Sky ( e sai bene che non mi stanno simpatici ).

Maxfire
Member

La gente vuole il sangue.
Io sono in prima fila. Vergognosa la gestione Uci che della Sky che fanno del tutto per sputtanare questo sport. Quindi io voglio il sangue e che venga resa giustizia e non tracchegigare con il legalese. Certo che piazza della concordia gli fa paura a Lappartient.

Andrea Sicilia
Editor

savutdame Infatti secondo me il problema è questo, perchè queste lungaggini generano tutti i sospetti e le ilazioni che girano intorno a questa vicenda. E questo è colpa dei regolamenti, non di Froome o Sky ( e sai bene che non mi stanno simpatici ). Sospetti e illazioni infondati. La tempistica ad esempio, è al momento perfettamente in linea con quella di Ulissi. Il quale alla fine ammise la negligenza se non erro. In questo caso la via intrapresa dalla difesa è quella dell'innocenza, quindi semmai la procedura sarebbe normale che fosse ancora più lunga. Quel che non capisco è… Read more »

123lorka
Member
123lorka

samuelgol Gli organizzatori del Giro non possono rifiutarlo. E' un corridore NON squalificato, NON sospeso, che fa parte di una squadra Pro Tour che HA diritto di partecipazione e di schierare chi vuole. I tempi in cui Pantani e cipollini erano dichiarati non graditi al Tour ora non si possono ripetere. Riguardo alle dichiarazione del presidente UCI, sono le prime che gli leggo di buon senso (secondo me) riguardo a questa vicenda. E sono anche abbastanza eloquenti. Non possono sospenderlo perchè la sua casistica può celare una innocenza che non consente nemmeno una sospensione cautelare, come nel caso di altre… Read more »

H
Member

123lorka Ok. Allora il regolamento va cambiato. Non e ammissibile che uno dei favoriti partecipi alla corsa, che magari la vinca e poi venga squalificato. E una spada di damocle che il Giro non si merita. La presenza di froome condizionera pesantemente tutti gli altri corridori che punteranno alla vittoria. Gli stessi dirigenti sky potrebbero avere piu buon senso…al di la dei regolamenti…pero va beh…forse sarebbe chiedere troppo .. Birillo era stato preso con le mani nella marmellata? se non ricordo male no, e con il solo sospetto si è fatto un po' di sosta. Ma tant'è….i due pesi e… Read more »

D
Member
samuelgol

Credo di no. Altrimenti non vedo perchè Proud'homme si preoccuperebbe. Basterebbe rifiutarlo se non vuole rogne.
Sinceramente, quel che non capisco è perchè ci voglia così tanto tempo a sostenere e presentare una tesi difensiva e poi a verificarla. Questo mi sfugge proprio. ;nonzo%

Infatti non comprendo perchè tutto questo tempo per presentare la tesi difensiva sarà nei tempi senza dubbio della giustizia . Ma come si dice : Sembra che stiano a menare il cane per l'aia

Scaldamozzi ogni tanto
Member

Passi che i media mettono in testa alla gente tempi rapidi, ma se non fosse diventato di dominio pubblico questo caso, con notevoli pressioni x velocizzare i tempi, quando si sarebbe saputo l'esito di un'eventuale squalifica?
Dopo il ritiro di Froome?
Perché, vista l'età, probabilmente non farà ancora molte stagioni.
Qualche cosa da rivedere nei regolamenti c'è.

batstone79
Member
batstone79

Quindi nel caso fosse riconosciuto colpevole, ma con un eventuale ricorso al TAS potrebbe: perdere la VUELTA, ma mantenere podio mondiale a crono ed eventuali piazzamenti nei GT successivi? Bel bordello.
Comunque si sa che il Tour ha un peso differente, poi con Lappartient presidente, questo fattore è amplificato. Non è certo il massimo, però speriamo che si arrivi ad una svolta.
Secondo me si fa Giro e Tour con prestazioni mediocri, il verdetto arriva successivamente e non ricorre manco al TAS. Dipenderà dai risultati che ottiene e dalle pressioni di ASO.

msmtrt1
Member
123lorka

Ok. Allora il regolamento va cambiato..

Credo spetti a Lappartient farlo, ma mi sembra piu interessato ai titoli sui giornali

msmtrt1
Member
darrigade

Infatti non comprendo perchè tutto questo tempo per presentare la tesi difensiva sarà nei tempi senza dubbio della giustizia . Ma come si dice : Sembra che stiano a menare il cane per l'aia

La tesi difensiva è già stata presentata da tempo, è il Lads a doversi esprimere e per ora le tempistiche sono in linea con i casi precedenti in cui si è poi addivenuti a una squalifica. Se ci sono stati casi analoghi finiti con assoluzione non è invece dato saperlo

123lorka
Member
123lorka

Ser pecora Io starei attento a tutte queste dichiarazioni, che sono spesso piuttosto "strumentali". Gli organizzatori del Giro voglio veramente non avere Froome anche sub-judice? Dopo averlo, presumibilmente, pagato per esserci? Lappartient e Proudhomme non sapevano i tempi di un procedimento del genere già a settembre? In 6 mesi non fai nemmeno ricorso contro una multa per divieto di sosta…e qui c'erano già precedenti come quello di Ulissi che sono durati 9 mesi. La mia impressione è che tutti, Froome compreso, sappiano benissimo quello che vogliono ed a cui puntano, e non lo stanno esprimendo nelle dichiarazioni pubbliche. Questo puo… Read more »

U
Member

Ser pecora Io starei attento a tutte queste dichiarazioni, che sono spesso piuttosto "strumentali". Gli organizzatori del Giro voglio veramente non avere Froome anche sub-judice? Dopo averlo, presumibilmente, pagato per esserci? Lappartient e Proudhomme non sapevano i tempi di un procedimento del genere già a settembre? In 6 mesi non fai nemmeno ricorso contro una multa per divieto di sosta…e qui c'erano già precedenti come quello di Ulissi che sono durati 9 mesi. La mia impressione è che tutti, Froome compreso, sappiano benissimo quello che vogliono ed a cui puntano, e non lo stanno esprimendo nelle dichiarazioni pubbliche. La lettura… Read more »

Andrea Sicilia
Editor

Ser pecora Se Froome ci sarà, e sarà in forma, non stai a pensare che verrà squalificato o ti fai i conti se "lasciarlo andare" o meno. La situazione è sicuramente paradossale dal punto di vista delle conseguenze postume, come lo sono state per il caso Contador. Ma gli organizzatori non sono strettamente interessati alle stesse cose dei tifosi 🙂 Obiettivamente, nel caso Contador, Nibali al Giro cercò di corrergli appresso perdendo anche il 2 posto a vantaggio di chi (Scarponi) si ritrovò poi un Giro nel palmarès senza aver fatto molto per vincerlo. Che quel Contador fosse indubitabilmente più… Read more »

Andrea Sicilia
Editor
Ser pecora

………… giusta la lamentela di Proudhomme riguardo al fatto che se non si voleva un altro caso Contador ci sono stati 8 anni per mettere mano ai regolamenti…

Il punto è tutto lì. Quella esperienza non ha (voluto?) insegnato (re) nulla.

msmtrt1
Member
bradipus
Member
Maxfire

http://cycpro.net/spaziociclismo/worldtour/caso-froome-aso-vorrebbe-provare-ad-impedire-la-partecipazione-al-tour/

"L’UCI, che ha potenzialmente il potere di escludere il Keniano Bianco (come fu, ad esempio, nel 2006 con i corridori coinvolti nell’Operacion Puerto)"… in realtà nel 2006 fu impedito di partire solo a Basso, Ullrich, Mancebo, Sevilla, Paulinho, Nozal, Davis, Contador e Beloki.
avessero lasciato a casa veramente tutti quelli che andavano dal ginecologo, ci sarebbero stati ben pochi corridori al via…

msmtrt1
Member

123lorka Questo puo essere. Certo che questi giochi di palazzo non fanno bene al nostro sport. Il Giro con questo Froome che corre sub iudice rischia di essere falsato.Un corridore che punta a vincere il Giro correra su Froome o no????? Un Nibali, ad esempio, fa la corsa su Froome o lo lascia andare pensando che tanto verra squalificato. E se lo segue e magari va in crisi proprio perche lo ha seguito e perde il Giro da un terzo corridore che magari non ha tentato di seguire Froome puntando sulla sua squalifica dopo il Giro….Dico Nibali per dire ma… Read more »

S
Member

Ne stanno parlando come se Froome avesse preso dell'uranio radioattivo che trasforma un sedentario in un alieno sui pedali :doh:.

ha sforato ? se si paghera' il giusto. i tempi non li ha decisi lui.

maxtor70
Member

…al limite al Giro ci viene Bernal che, a 21 anni, è anche più forte in prospettiva…

msmtrt1
Member
maxtor70

…al limite al Giro ci viene Bernal che, a 21 anni, è anche più forte in prospettiva…

Mi immagino le folle sullo zoncolan e attaccate alla tv in attesa del passaggio di Bernal..

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

bach7
Member
msmtrt1

Mi immagino le folle sullo zoncolan e attaccate alla tv in attesa del passaggio di Bernal..

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

io invece mi immagino cosa possa accadere al passaggio di froome al tour…

in passato lo hanno insultato sputato e gli hanno tirato urina addosso…

immagino che quest'anno lo stiano aspettando a braccia aperte…

msmtrt1
Member
bach7

io invece mi immagino cosa possa accadere al passaggio di froome al tour…

in passato lo hanno insultato sputato e gli hanno tirato urina addosso…

immagino che quest'anno lo stiano aspettando a braccia aperte…

Basterebbe che invece della gendarmerie ne mettessero una decina della guardia civil e vedi che se ne stanno a casa…

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk