3 cadute in 3 giorni di corsa per Cav

3 cadute in 3 giorni di corsa per Cav

20/03/2018
Whatsapp
20/03/2018

A 32 anni la stagione è iniziata nel più complicato dei modi per Mark Cavendish (Dimension Data), con ben 3 cadute rovinose in 3 giorni di corsa soltanto. Praticamente da febbraio ad ogni apparizione Cav è andato per terra. Le conseguenze sono sempre state non gravi, ma sufficienti a tenerlo lontano dalle corse in modo continuativo.

La prima caduta è avvenuta all’Abu Dhabi Tour il 21 febbraio, ancora prima della partenza reale della prima tappa, grazie alla frenata improvvisa dell’auto della direzione corsa.

https://youtu.be/CW9dWApbyW8

Rientro alle corse il 7 marzo successivo, in occasione della cronometro a squadre di apertura alla Tirreno-Adriatico. Cavendish riesce a finire la tappa, ma fuori tempo massimo. Causa della caduta questa volta una buca nel manto stradale.

https://youtu.be/U9V7k-MketQ

Nonostante una costola rotta e una forma non certo delle migliori, Cav si presenta al via della Milano-Sanremo dieci giorni dopo, ma anche questa volta sembra stregata per lui: un volo clamoroso dopo aver colpito uno spartitraffico con atterraggio di schiena. Per sua fortuna niente di grave, ma una nuova costola fratturata e lividi a profusione.

Difficile credere che il britannico abbia di colpo disimparato a guidare la bici, quindi non resta che regalargli virtualmente il classico ed italico cornetto portafortuna 🙂

 

15
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
11 Comment threads
4 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
14 Comment authors
FörrestAVECCHIAbomberosservarel Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
razor 1
Member

L'ultima caduta fatta alla Milano – Sanremo era evitabilissima. Non riesco a capire come abbia potuto pensare ad un cambio di corsia così inutile. La rotonda è mediamente larga e la traiettoria corretta non passava dove avrebbe voluto andare lui.
Ci sono passato domenica con la Granfondo di Sanremo e sinceramente sono rimasto stupito di come possa aver fatto un tale errore di valutazione. Vabbe', sono umani anche loro.

Il Trattore
Member

razor 1 L'ultima caduta fatta alla Milano – Sanremo era evitabilissima. Non riesco a capire come abbia potuto pensare ad un cambio di corsia così inutile. La rotonda è mediamente larga e la traiettoria corretta non passava dove avrebbe voluto andare lui. Ci sono passato domenica con la Granfondo di Sanremo e sinceramente sono rimasto stupito di come possa aver fatto un tale errore di valutazione. Vabbe', sono umani anche loro. Ti giuro che è la stessa cosa che ho pensato io quando sono passato in gara domenica Anche perché poi è vero che la strada girava verso destra ma… Read more »

CLICK17
Member
Ser pecora

Dopo 2 cadute sei comunque condizionato. Penso che a tutti sia capitato di cadere e poi, per un po' di tempo, guidare peggio per insicurezza e o paura.

E magari qualche antidolorifico in più per tenere tutte le 7 ore che possono averlo reso meno lucido.

razor 1
Member

Ok la minor lucidità e la maggior paura, ma da quanto visto nelle immagini ha lasciato la scia della corrente dei corridori davanti a lui per cercare di buttarsi nell'altra corrente che ha preso la rotatoria a destra.
Anche se stanco e dolorante una castroneria del genere a quella velocità non la fai, non parliamo di sfiorare le macchine e per sbaglio becchi uno specchietto, ha cercato di passare in mezzo a una rotatoria non ancora del tutto terminata …

G
Member
giandokan85

visto che, come si dice….. non c’è due senza tre, speriamo che abbia finito col provare l’asfalto e che ci faccia vedere qualche bella volata come ne ha fatte negli anni scorsi. good luck Marc!!!!

T
Member

Karma per il mondiale su pista ? ;pirlùn^

U
Member
utah

Fa tenerezza il ricordo di quando Cav prendeva per il culo un anziano Cipollini..

Mardot
Member

Io penso che CAV abbia avuto molta sfiga anche questa volta, oltre ad essere certamente in un momento un po' particolare, quindi un minimo di condizionamento, vuoi per le precedenti cadute, vuoi per le cure, ce l'ha.

Se guardate bene nel fotogramma allegato, vedete uno davanti a CAV che sta facendo esattamente la manovra che vorrebbe fare CAV.

Purtroppo quello davanti riesce nella manovra, mentre CAV si schianta.

Peraltro quello è il classico cono che viene installato a protezione del passaggio pedonale, la rotonda è già finita. Nei casi in cui non c'è il passaggio pedonale quel cono non c'è.

faberfortunae
Member
faberfortunae

Quoto Mardot: la rotonda, a quel punto è già finita normalmente. A maggior ragione se segui la scia di chi ti precede. E dirò di più: all’ingresso, se non ricordo male, il cono è segnalato dallo sbandieratore… Secondo me non è stato affatto un errore, è stata una fatalità .
Contador, per fare un parallelismo su corridori over trenta protagonisti di reiterate cadute, doveva le sue disgrazie molto di più ad errori suoi rispetto al povero Cav (che, per inciso, anche lo scorso anno s’era fracassato contro le transenne al Tour… e sappiamo tutti come…)

bomberos
Member
bomberos

Si era fracassato alle transenne del tour perche’ voleva passare dove non c’era posto!!!
Cav e’ sempre stato un velocista scorrettissimo e tutte le volte che in volata affianca qualcuno si appoggia alla spalla di quello che gli sta accanto e se questo si sposta cav va giu’….non lo dico io ma le decine di immagini delle volate…se cercate sul tubo le volate di cav vi rendete conto

A
Member

La sfortuna nel lungo periodo non esiste.
Se ti capitano reiterati casi sfortunati vuol dire che c'è qualcosa che non va a livello di equilibrio generale.

F
Member
Förrest

Cavendish non mi è mai piaciuto, corre sporco, cade spesso e tira giù un mucchio di gente che ha avuto l’unica sfiga di averlo vicino.