Nuova Endurace:ON AL

Nuova Endurace:ON AL

09/04/2020
Whatsapp
09/04/2020

[Comunicato stampa] COBLENZA, 6 APRILE 2020  Per noi di Canyon l’obiettivo è semplice: democratizzare le performance. Oggi siamo fieri di annunciare la nostra prima bici da strada a pedalata assistita, la Endurace:ON AL.

Il nuovo modello è progettato per mettere le performance alla portata di tutti e rompere le barriere che impediscono di coniugare pedalata assistita e sensazioni di guida autentiche. Adatta a rider che vogliono sfruttare una forma più controllata di allenamento, a chi è alle prime armi con il ciclismo su strada ma vuole rimanere al passo con il gruppo ed anche per chi vuole un supporto minimo per affrontare percorsi normalmente fuori portata. Con la nuova Endurace:ON non ci sono più limiti al divertimento. 

Per mantenere il proverbiale feedback di guida delle bici da corsa Canyon, la Endurace:ON AL è costruita attorno alle affidabili geometrie Sport, parte del DNA di tutte le best seller Endurace. L’aggiunta del sistema di assistenza alla pedalata ha richiesto l’allungamento dei foderi bassi di 10 mm raggiungendo così i 425 mm, misura ideale per alloggiare facilmente il sistema di trasmissione e per conferire al mezzo una sensazione di stabilità migliorata nelle discese più ripide. L’assistenza è garantita dal sistema Fazua Evation caratterizzato da una spinta naturale perfetta per il ciclismo su strada. Tutte le Endurace:ON AL beneficiano inoltre dell’ultimo aggiornamento Black Pepper Performance Update che tara l’erogazione in modo più reattivo e fa sembrare più potente il motore da 250 watt e 60 Nm di coppia.

Per contrastare la maggiore usura a cui sono sottoposte le parti di una bici e-road, la Endurace:ON AL è equipaggiata con componenti specifici che garantiscono comfort ed affidabilità: telaio in lega di alluminio, forcella e reggisella in fibra di carbonio, pneumatici da 32 mm Schwalbe E-One, perni passanti, dischi da 160 mm e trasmissione Shimano GRX. Il peso globale della bici rimane contenuto in 15.2 kg grazie al sistema Evation da 4,6kg. Il risultato è una bici che mantiene tutta l’agilità tipica di una bici da corsa. 

Il sistema Evation non è solo leggero – infatti la Endurace:ON AL è la prima bici che beneficia dell’ultimo aggiornamento del suo software. Canyon è il primo produttore ad offrire le proprie bici con unità aggiornata alla versione Black Pepper Performance Update. I guadagni sono impressionanti: migliore gestione della potenza per uno spunto immediato e un’assistenza costante e vigorosa su un range più ampio di cadenza (da 50 a 120 rpm). Con questa modifica il sistema Fazua è semplicemente la più evoluta trasmissione stradale per e-bike. 

Le Endurace:ON AL 7.0 sarà disponibile ad un prezzo a partire da €2,999* dal 9 aprile – esclusivamente online su canyon.com. Taglie da S a XL.

Commenti

  1. democratizzare le performance... secondo me è un concetto bruttissimo. Le performance sono (dovrebbero essere) frutto di allenamento, caratteristiche fisiche particolarmente generose, non dovrebbero essere "democratiche".

    Ovviamente questo è solo il mio pensiero. Tra l'altro, il fatto che le performance possano essere democratizzate giocherebbe anche a mio favore visto che, ad ogni gf, prendo sempre legnate spaventose e, in gruppo con la squadra, son sempre ben distante da quelli che van forte :scassat::scassat::scassat::scassat::scassat::scassat:
  2. ellevugi:

    democratizzare le performance... secondo me è un concetto bruttissimo. Le performance sono (dovrebbero essere) frutto di allenamento, caratteristiche fisiche particolarmente generose, non dovrebbero essere "democratiche".

    Ovviamente questo è solo il mio pensiero. Tra l'altro, il fatto che le performance possano essere democratizzate giocherebbe anche a mio favore visto che, ad ogni gf, prendo sempre legnate spaventose e, in gruppo con la squadra, son sempre ben distante da quelli che van forte :scassat::scassat::scassat::scassat::scassat::scassat:
    MI trovo personalmente completamente d'accordo e lo scrivo da MEGAPIPPA ...bisognerebbe riscoprire l'umiltà di andare più piano in linea con le proprie possibilità fisiche ...e la fatica e la perseveranza per andare più forte (ed anche la gioia anche quando si migliora di un solo secondo la prestazione personale ...le classifiche assolute lasciamole ai PRO).

    Buone pedalate virtuali a tutti