Magazine #Campagnolo

Nuove ruote Campagnolo Bora Ultra WTO

Nuove ruote Campagnolo Bora Ultra WTO

Piergiorgio Sbrissa, 21/04/2021

Campagnolo ha presentato una nuova linea di ruote che si pone al vertice della propria gamma, le Bora Ultra WTO, che sono disponibili in tre altezze di cerchio differenti: 33, 45 e 60mm. Queste ruote sono solo per freni a disco e compatibili tubeless. Per l’occasione Campagnolo ha sviluppato una nuova finitura ed una grafica ramata. Ma veniamo alle caratteristiche tecniche.

Innanzitutto la misura del canale interno, che è di 21mm per le 33mm e di 19mm per le 45 e 60mm (esterno di 27,4mm le 33 e 26,1mm le 45-60). Questo si traduce in un peso di 1385 grammi per le 33 mm, 1425g le 45mm e 1530g le 60mm.

Le Bora Ultra WTO sono costruite con un nuovo procedimento sviluppato a Vicenza denominato H.U.L.C., ovvero ogni cerchio, ottimizzato per i copertoni 25mm, è realizzato a mano in carbonio ultraleggero. A questo si aggiunge una nuova finitura, chiamata C-LUX. Questa finitura C-LUX è perfettamente liscia e non richiede verniciatura, risparmiando peso.

Applicata al canale del cerchio, come Campagnolo ha fatto per la prima volta con le sue nuove Bora Ultra WTO, la C-LUX aiuta anche a garantire il posizionamento più sicuro possibile degli pneumatici tubeless e riduce ulteriormente il rischio di danneggiamento ai talloni delle coperture.

I cerchi hanno nuovi nippli interni, gli Aero Mo-Mag™, ovvero dei nippli dal design aerodinamico che consente un flusso d’aria più pulito ed efficiente se accoppiato ai raggi ellittici aerodinamici di Campagnolo. L’aerodinamica non è l’unico vantaggio di questa tecnologia brevettata, poiché il sistema Mo-Mag ™ consente di ricavare i fori dei nippli e delle valvole direttamente dallo stampo del cerchio, annullando completamente la necessità di praticare fori nella fibra di carbonio. Ciò aumenta la resistenza interna e riduce lo stress localizzato, il che a sua volta aumenta la vita a fatica della ruota montata.

I nippples interni garantiscono anche un perfetto allineamento, risultando in una costruzione della ruota ancora più precisa.

L’assenza di fori nel canale del cerchio 2-Way Fit rende superflua l’applicazione di un nastro, quindi il montaggio di pneumatici tubeless, tubeless-ready e copertoncino è facile e veloce.

Il sistema Aero Mo-Mag™ evita anche le tradizionali insidie dei nippples interni garantendo facilità di regolazione con lo strumento in dotazione, il che significa che la tensione dei raggi può essere aumentata o diminuita anche con lo pneumatico montato.

Altrettanto importante è la costruzione Campagnolo con piastrine polimeriche rinforzate con fibra di vetro tra il cerchio ed i nippli per migliorare l’appoggio del sistema riducendo carichi e probabilità di corrosione.

I mozzi delle Bora Ultra fanno ovviamente affidamento sui cuscinetti ceramici CULT e sono raggiati col sistema G3 asimmetrico di Campagnolo, ottimizzato per i freni a disco, per migliorare il trasferimento di potenza e ridurre lo stress durante gli sprint ed in caso di frenate brusche.

La finitura C-LUX è stata estesa anche al corpo in carbonio del mozzo anteriore.

Le Bora Ultra WTO sono state sviluppate da Campagnolo negli ultimi 3 anni, in particolare il procedimento di costruzione dei cerchi, che avviene a mano a Vicenza, ma anche grazie agli input delle squadre professionistiche che collaborano con Campagnolo, come la UAE-Emirates, la Lotto Soudal e la AG2R-Citroën.

In particolare hanno già vinto la 7° tappa dell’UAE Tour con Caleb Ewan e sono regolarmente usate da Tadej Pogačar. E per rimarcare questi legami con il mondo del professionismo ci è stata messa a disposizione una bici identica a quella utilizzata dal team AG2R-Citroën per testare le Bora Ultra WTO, in questo caso nella versione 45mm.

Nei primi giri di prova abbiamo potuto apprezzare le doti di rigidità di queste ruote, chiaramente in combinazione con un montaggio in linea con la qualità di questo prodotto. A breve vi faremo partecipi con un test più approfondito.

Queste ruote sono equipaggiate col nuovo corpetto Campagnolo N3W, compatibile 11-12-13V (opzionale Shimano e SRAM).

Il prezzo di listino è di 3150eu la coppia.

Specifiche tecniche

Peso (coppia, N3W™, senza ghiera e valvola) 1385 g (33 mm), 1425g (45 mm), 1530g (60 mm)
Peso massimo del sistema (bici+atleta) 120 kg
Classificazione ASTM 1

Cerchio
Materiale H.U.L.C. fibra di carbonio UD ad alta resistenza, finitura C-LUX
Compatibilità pneumatici 2-Way Fit – Tubeless, tubeless-ready, clincher
Misura pneumatici consigliata 700c, aerodinamicamente ottimizzata per 25mm
Altezza 33 mm / 45 mm / 60 mm
Larghezza interna 21mm (33) – 19mm (45-60)
Larghezza esterna 27.4mm (33) – 26.1mm (45-60)

Mozzi
Mozzo ant. Corpo in carbonio con flangia integrata
Compatibilità perno ant. 12 x 100 mm
Mozzo post. Corpo in alluminio, corpo RL con cremagliera a 36 denti
Compatibilità perno post. 12 x 142 mm
Perni Perni passanti in alluminio
Cuscinetti CULT™ ceramic, cono/calotta
Sistema frenante disco AFS
Corpetto RL N3W™, XDR, HG

Raggi e nippli

Raggi 24, ellittici, a testa dritta, sfinati, 1.5mm
Raggiatura G3™
Nippli Aero Mo-Mag™ in alluminio, autobloccanti, interni

Fornite con kit manutenzione nippli Aero Mo-Mag™, valvola tubeless, ghiera AFS, borse ruote Campagnolo, borsa accessori Campagnolo, leve rimozione pneumatici, adattatore Campagnolo N3W™ per Z11 (nella versione con corpetto N3W™).

Campagnolo.com

 

Commenti

  1. matthewbene:

    però le sensazioni lo erano, forse più rigide lateralmente, non so quantificare
    Si, hanno un grande rapporto peso/rigidità, ma nelle versioni disc non più. E comunque le larghezze dei canali sono un po' "old school" ormai.
  2. Io spero che i dischi continueranno a essere solo una alternativa ai freni caliper, perché in ambito pesi delle masse rotanti queste ruote Bora WTO Ultra 33 tubeless fanno registrare un aggravio di 400 grammi (200 g le ruote e 200 g i dischi) rispetto alle Bora Ultra 35 tubolari da 1175 grammi.
    Il paragone è forzato perché il canale tubeless richiede una gola del cerchio più robusta e pesante di quella del tubolare, le metto a confronto solo come ruote che nella gamma sono le più leggere nei rispettivi ambiti. Il peso di 2 WTO Ultra 33 disc tubolare forse si sarebbe avvicinato a quello delle Bora Ultra 35.

    Non nego che è allettante avere una ruota in carbonio che giri e basta, senza dover fungere anche da pista frenante, quindi potenzialmente è una ruota che non si consuma, ma in termini di peso tutto ciò si paga. Anni e anni spesi a fare (non solo Campagnolo) ruote leggere per le salite e poi le masse rotanti di 2 ruote in carbonio da 33 disc pesano più di quelle di un paio di Shama Ultra in alluminio.

    Bisogna comunque riconoscere a Campagnolo che con le WTO Ultra 33 disc tubeless-copertoncino (1385 g) ha abbassato il peso di 100 grammi rispetto alle Bora One 35 disc copertoncino (1483 g). magari lavorando ancora sul carbonio neil futuro il peso calerà ulteriormente.