Pogačar risponde alla Jumbo sulla prestazione alla crono del Tour

Pogačar risponde alla Jumbo sulla prestazione alla crono del Tour


Piergiorgio Sbrissa, 19/01/2021

Molto tranquillamente Tadej Pogačar ha risposto ai dubbi dei corridori della Jumbo-Visma sulla sua prestazione alla cronometro edl Tour de France di la Planche des Belles Filles sollevati nel documentario “codice giallo” di cui avevamo già parlato.

Il giovane campione sloveno ha risposto alle domande durante la recente presentazione della sua squadra, la UAE-Emirates: “la mia prestazione forse era inaspettata, ma non ha niente di incredibile. Si sono espressi a caldo, sicuramente con la delusione di vedersi sfuggire la vittoria così vicini a Parigi. Bisogna guardare le cose nella loro globalità. Ho avuto una grande giornata, che avevo preparato nel modo migliore possibile, abbiamo fatto un cambio bici molto veloce, non abbiamo lasciato niente al caso. Non voglio esprimermi sl modo di correre di Primoz e della sua squadra e non sono io a dover dire che mi hanno sottovalutato“.

Pogačar ha espresso nell’occasione la volontà di difendere il titolo al Tour dopo le classiche delle Ardenne ed il Dauphiné, e correre poi anche la Vuelta.

Commenti

  1. FedeNova12:

    Se nel ciclismo è avvantaggiato chi ha un ematocrito e emoglobina alti mi sembra ovvio che i pro abbiano questi valori...

    Non è cosi infatti.
    Anzi, quando c'era il limite al 50, gli avvantaggiati erano proprio quelli con l'ematocrito più basso.
  2. andry96:

    Infatti credo anche io che abbiano spinto leggermente meno in pianura per dare tutto in salita, dovrebbe essere questo il modo per spalmare al meglio lo sforzo su una prova simile
    In salita la resistenza sale circa linearmente con la velocità ( la componente principale è la resistenza gravitazionale)
    Ad alta velocità invece cresce col cubo della velocità ( resistenza aerodinamica)
    esatto, per guadagnare 20 secondi in 10km di piana bisogna durare tantissima fatica in più. l'aria diventa un muro
    al contrario per guadagnare 20 secondi in una salita da 15min in una giornata "SI" basta un paio di bpm di margine o una progressione messa bene ai -500m.
  3. matthewbene:

    per un soggetto allenato aerobicamente sono valori anomali. i controlli che avete fatto sono durante un periodo di allenamento consistente (2 ore al gg a salire) o di stacco? tra le due condizioni lo scarto è generalmente di almeno 5 punti
    Non sono certo un campione, ma donando ogni 4-5 mesi e non in prossimità delle gare cui tengo particolarmente, i valori sono sempre tra 48 e 51, molto spesso attorno 49,5.
    Ma non mi sono mai posto il problema del perché e se mi penalizza o avvantaggia.