Ricognizione mondiale per Nibali

Ricognizione mondiale per Nibali

23/03/2018
Whatsapp
23/03/2018

La nazionale italiana è la prima ad aver effettuato una ricognizione del percorso dei prossimi mondiali di Innsbruck. Vincenzo Nibali, in compagnia di Franco Pellizzotti e Alessandro De Marchi, seguiti dal CT Davide Cassani e dal preparatore Paolo Slongo hanno effettuato due giri del percorso, che ai mondiali dovranno affrontare ben sette volte, più due volte la salita finale.

Expa/OK Rad WM 2018

Dopo la ricognizione Nibali ha dichiarato: “La salita finale sembra quella di una gara di mountainbike endurance, tanto è dura. Sarà una corsa difficile da gestire, sia per la distribuzione della potenza za che del cibo, sia per le scelte tecniche che quelle degli uomini per completare la nazionale. Mi aspettavo un percorso duro, ma dopo averlo percorso devo dire che è un’altra cosa. Molti altri corridori saranno sorpresi come lo sono io oggi“.

Expa/OK Rad WM 2018

Davide Cassani: “Avevo già visto il percorso, ma oggi sia io che i ragazzi siamo rimasti impressionati. C’è una salita di 8km da ripetere sette volte, più un muro finale con pendenze che arrivano al 28%. Questo dice tutto della durezza del percorso“.

Alessandro De Marchi: “Sulla carta penso che sia il mondiale più difficile. È stata una buona idea venire qui oggi, qualche mese prima della corsa per vedere e capire cosa troveremo a settembre…penso che il Tirolo ci ospiterà nel modo migliore perché questo è il tipo di territorio fatto per eventi come questo…mi aspetto molta gente tutta la settimana in questi scenari meravigliosi. Sarà un grande giorno“.

Franco Pellizzotti: “Questi mondiali sono davvero difficili…il percorso è lungo e duro. Per fare bene qui sarà molto importante arrivare dalla Vuelta in ottime condizioni sia mentalmente che fisicamente“.

Expa/OK Rad WM 2018

44
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
38 Comment threads
6 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
24 Comment authors
UCyborafdanieletesta79bradipusbicilook Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
M
Member

Scusate … ma il tipo in manche corte :mrgreen:

B
Member
bianco222

però ha il cappello di lana che gli ha fatto la nonna…

P
Member
pessotto

… un austriaco vero! 😂

P
Member
pessotto

Un austriaco vero! 😉

Maxfire
Member

Furbo De Marchi con freni a disco. Gli altri l ho anno sicuramente invidiato.

VECCHIA
Member
VECCHIA

Se veramente Nibali volesse i dischi glie ne porterebbero un negozio intero di bici !!! Semplicemente De Marchi preferiva i dischi e gli altri no.

F
Member
frejus82

Freni a disco…questi sopravvalutati. Come se nibali se li volesse non li potrebbe avere,

albianir
Member

Testa e piedi caldi!!!!!

Sent from my iPad using BDC-Forum mobile app

Luca38
Member

magrini giusto un attimo fa su eurosport a proposito della ricognizione di nibali e delle sue dichiarazioni ha detto, niente di nuovo, ma qualcosa su cui concordo, la corsa la fanno i corridori…..percorso duro finchè si vuole, ma se vanno piano tutto il giorno….

mi ricordo di tante tappe della vuelta con dislivelli enormi che sulla carta avrebbero dovuto fare distacchi enormi in classifica e poi non succedeva niente perchè andavano a spasso tutto il giorno

per quanto sulla carta sagan sia escluso, se lo fanno con calma e si risparmiano tutti per l'ultima salita potrebbe avere possibilità anche lui per me

G
Member
GiorgClunei

magrini usa luoghi comuni , etc etc secondo te porteranno a spasso Sagan oppure proveranno a levarlo di ruota ?

Luca38
Member

proveranno ma non mi stupisco piu di nulla ormai 😉

F
Member
Luca38

per quanto sulla carta sagan sia escluso, se lo fanno con calma e si risparmiano tutti per l'ultima salita potrebbe avere possibilità anche lui per me

Mi pare assurdo. Alla fine ci sono 8km di salita al 5.7% medio, poca pianura e poi 3km di salita all'11.5% medio e poco dopo l'arrivo… quanto a spasso dovrebbero andare per tenersi in gruppo sagan su queste due salite consecutive?

Luca38
Member

fabrylama quindi per te sagan ha zero possibilità ? se così fosse, e magari può essere, lui di sicuro lo sa, allora nemmeno dovrebbe andarci o sbaglio ? ( chiedo e magari alla fine rinuncia )

F
Member
Luca38

fabrylama quindi per te sagan ha zero possibilità ? se così fosse, e magari può essere, lui di sicuro lo sa, allora nemmeno dovrebbe andarci o sbaglio ? ( chiedo e magari alla fine rinuncia )

Se la sua nazione non ha altri più adatti da mandare, perchè rinunciare?
Se ha molta fortuna (somma di incidenti, forature, cadute e meteo) può vincere anche lui.
In condizioni normali è impossibile.

B
Member
bianco222

Secondo me il percorso è “rovinato” dall’ultima salita. È talmente dura che nessuno dei big attaccherà prima…
Senza quel muro finale secondo me sarebbe stato un percorso più aperto.

Scaldamozzi ogni tanto
Member
fabrylama

Mi pare assurdo. Alla fine ci sono 8km di salita al 5.7% medio, poca pianura e poi 3km di salita all'11.5% medio e poco dopo l'arrivo… quanto a spasso dovrebbero andare per tenersi in gruppo sagan su queste due salite consecutive?

L'anno scorso alla tirreno Sagan ha vinto una tappa con arrivo in salita duro davanti a Quintana e tutti gli altri uomini di classifica.
E non l'hanno portato a spasso durante la tappa.
Se il percorso è duro in molti hanno paura a tirare temendo di saltare, per me se arrivano all'ultimo giro con Sagan in gruppo rischiano di rivederlo al traguardo.

F
Member
Scaldamozzi ogni tanto

L'anno scorso alla tirreno Sagan ha vinto una tappa con arrivo in salita duro davanti a Quintana e tutti gli altri uomini di classifica.
E non l'hanno portato a spasso durante la tappa.
Se il percorso è duro in molti hanno paura a tirare temendo di saltare, per me se arrivano all'ultimo giro con Sagan in gruppo rischiano di rivederlo al traguardo.

La Tirreno è a tappe

F
Member
Scaldamozzi ogni tanto

L'anno scorso alla tirreno Sagan ha vinto una tappa con arrivo in salita duro davanti a Quintana e tutti gli altri uomini di classifica.
E non l'hanno portato a spasso durante la tappa.
Se il percorso è duro in molti hanno paura a tirare temendo di saltare, per me se arrivano all'ultimo giro con Sagan in gruppo rischiano di rivederlo al traguardo.

Ma che arrivo esattamente, che non ricordo?

Scaldamozzi ogni tanto
Member
fabrylama

Ma che arrivo esattamente, io non ricordo nessun arrivo in salita duro, giusto un bel dentello ripido alla fine in una tappa molto mossa.

Era qualche km ben oltre il 15% con una tappa molto mossa.
La stessa tipologia di percorso del mondiale.
Su strappi duri di qualche km Sagan ha la capacità di fare la differenza, mentre su salite lunghe soffre.
Questo mondiale forse ha entrambi.
Basta aspettare settembre e vedremo.

F
Member
Scaldamozzi ogni tanto

Era qualche km ben oltre il 15% con una tappa molto mossa.
La stessa tipologia di percorso del mondiale.
Su strappi duri di qualche km Sagan ha la capacità di fare la differenza, mentre su salite lunghe soffre.
Questo mondiale forse ha entrambi.
Basta aspettare settembre e vedremo.

Alla tirreno l'arrivo era 3,5 km al 5,8% medio, fatti in poco meno di 8'
L'inizio era 500m al 16% medio, poi spianava e poi l'ultimo km era al 6.6%.

Al mondiale il finale è 3km all'11.5% medio.

jan80
Member

sinceramente i 3,5km duri non sono un problema per Sagan….il problema se fanno corsa dura dal mattino

Scaldamozzi ogni tanto
Member

http://video.gazzetta.it/innsbruck-questa-salita-bestiale/6d4675aa-3111-11e8-85c8-1fdac2e225d1?vclk=ciclismo_AperturaStandard|innsbruck-questa-salita-bestiale

Con una salita così alla fine è facile che in tanti cerchino di risprmiare le enrgie durante la corsa per non rischiare di piantarsi.

Di sicuro vincerà chi arriverà all’inizio della salita con più forze.

maurocip
Member

bah, non so che senso abbia una salita del genere in un mondiale, da ripetere più volte….
mi sembra una cosa tanto per questioni sensazionalistiche (il mondiale più duro di tutti i tempi) che per una reale necessità agonistica.

Doppiomisto
Member
maurocip

bah, non so che senso abbia una salita del genere in un mondiale, da ripetere più volte….
mi sembra una cosa tanto per questioni sensazionalistiche (il mondiale più duro di tutti i tempi) che per una reale necessità agonistica.

Ben venga un mondiale così! Non se ne può più di mondiali piatti con al massimo qualche cavalcavia…

pedalone della bassa
Member

vedendo oggi il video…..anch'io mi chiedo………boh…..ma quella rampa….con una strada molto stretta…..;nonzo%
tra percorsi piatti e questo ci sarebbero un infinità di vie di mezzo (Verona e Firenze su tutti).
che poi però, ad essere onesti, un bel percorso piatto piatto fù giudicato "cosa buona e giusta" nel 2002

Andrea Sicilia
Editor

Scaldamozzi ogni tanto Era qualche km ben oltre il 15% con una tappa molto mossa. La stessa tipologia di percorso del mondiale. Su strappi duri di qualche km Sagan ha la capacità di fare la differenza, mentre su salite lunghe soffre. Questo mondiale forse ha entrambi. Basta aspettare settembre e vedremo. Il percorso mondiale è ben diverso. Non è una tappa mossa con arrivo con salita breve (per loro). E' un tappone con salite medie da far più volte. Non è nelle corde dell'attuale Sagàn. Sono convinto che con una preparazione ad hoc (che dovrebbe però esser già partita da… Read more »

maurocip
Member
Doppiomisto

Ben venga un mondiale così! Non se ne può più di mondiali piatti con al massimo qualche cavalcavia…

esistono le vie di mezzo tra i calvalcavia e le ferrate…. oltretutto ripetere lo stesso muro più volte mi sembra veramente solo la fiera del sadismo…

Scaldamozzi ogni tanto
Member
maurocip

esistono le vie di mezzo tra i calvalcavia e le ferrate…. oltretutto ripetere lo stesso muro più volte mi sembra veramente solo la fiera del sadismo…

Se non sbaglio quella salita la fanno solo una volta come ultima salita.
Quelle che ripetono sono un po' più pedalabili.

Ma della discesa non parla nessuno, se è stretta e tortuosa come la salita farà anche più selezione.

Scaldamozzi ogni tanto
Member

samuelgol Il percorso mondiale è ben diverso. Non è una tappa mossa con arrivo con salita breve (per loro). E' un tappone con salite medie da far più volte. Non è nelle corde dell'attuale Sagàn. Sono convinto che con una preparazione ad hoc (che dovrebbe però esser già partita da novembre) potrebbe essere competitivo. Ma non mi sembra che abbia intrapreso alcunchè di diverso nè che abbia programmato la stagione diversamente. Come è adesso, non mi sembra competitivo con specialisti di salite di quel genere fatte più volte. Concordo. Indubbiamente una gara fuori da ogni schema. Gare simili non se… Read more »

maurocip
Member
Scaldamozzi ogni tanto

Se non sbaglio quella salita la fanno solo una volta come ultima salita.
Quelle che ripetono sono un po' più pedalabili.

ah ok, mi pare più plausibile così 😉

pecoranera
Member

Alle ragazze faranno fare lo zoncolan al giro,l organizzatore ha detto visto che il mondiale sara duro …si abituano..:pork:

maxtor70
Member
Scaldamozzi ogni tanto

Se non sbaglio quella salita la fanno solo una volta come ultima salita.
Quelle che ripetono sono un po' più pedalabili.

Ma della discesa non parla nessuno, se è stretta e tortuosa come la salita farà anche più selezione.

Quoto in toto…la faranno SOLO all'ultimo giro…

faberfortunae
Member
Scaldamozzi ogni tanto

Concordo.
Indubbiamente una gara fuori da ogni schema.
Gare simili non se ne vedono se non come tappe nei vari giri, ma lì i rapporti di forza sono influenzati dal recupero delle tappe precedenti.
Sono curioso di vedere chi se ne avvantaggerà.

… gente da classiche delle ardenne…. o Valverde ad esempio…. A patto che non si porti dietro qualche playmobil da 55 kg colombiano…. che sull'ultima mulattiera potrebbe avere la meglio

maxtor70
Member
faberfortunae

… gente da classiche delle ardenne…. o Valverde ad esempio…. A patto che non si porti dietro qualche playmobil da 55 kg colombiano…. che sull'ultima mulattiera potrebbe avere la meglio

…anch'io la vedo così anche se, chiaramente, spero in un italiano, ma Valverde fa veramente paura anche se siamo ancora molto distanti dall'appuntamento…

faberfortunae
Member
maxtor70

…anch'io la vedo così anche se, chiaramente, spero in un italiano, ma Valverde fa veramente paura anche se siamo ancora molto distanti dall'appuntamento…

Il canchero finale, quello del video, assomiglia un po' al muro di Huy… Sai bene chi ne è il custode… Tutti dicono che il percorso è adatto alle caratteristiche di uno scalatore… Io lo vedo disegnato su misura per l'embatido….

bicilook
Member
maxtor70

Quoto in toto…la faranno SOLO all'ultimo giro…

Siete sicuri che non la facciano due volte negli ultimi due giri…a me sembrava di aver capito una salita lunga che fanno in tutti i giri e le ultime due tornate con questo muro…poi magari ho capito male.

bradipus
Member

dalla mappa (non chiarissima, per la verità: http://www.innsbruck-tirol2018.com/en/races-courses/races-courses/road-race/ ) io ho capito che fanno due giri su un circuito con una salita, e poi un giro finale su un'altra salita meno lunga e con punto di scollinamento più basso, ma più ripida.

danieletesta79
Member
bradipus

dalla mappa (non chiarissima, per la verità: http://www.innsbruck-tirol2018.com/en/races-courses/races-courses/road-race/ ) io ho capito che fanno due giri su un circuito con una salita, e poi un giro finale su un'altra salita meno lunga e con punto di scollinamento più basso, ma più ripida.

hai letto bene; il circuito è duro ma l'ultima salita da fare solo una volta è davvero dura

bicilook
Member

[​IMG]
Trovato il percorso….Per i pro uomini Sette volte la salita lunga di Igls e una volta lo strappo finale del video.

jan80
Member

che il mondiale sia duro non ci piove…..ultima salita dal video veramente tosta……tutto dipende da quanto forte corrono da inizio giornata…..
Se fanno mondiale duro…..le possibilita' sono alte sia per Nibali che Aru……Valverde ovviamente di diritto piu' qualche colombiano ……comunque se fanno corsa dura….vince uno scalatore puro…..se invece arrivano in 40 all'ultima salita……non mi stupirei di vedere Sagan…..

pedalone della bassa
Member

effettivamente, vedendolo così…..anche se manca ancora tanto……Valverde ed il "gruppo Colombia" sono tra i favoriti di diritto

Cyboraf
Member
Cyboraf

Per come è strutturato anche le salite nei giri a precedere non sono dei cavalcavia, quindi mi aspetto che nessuno tenti l’ azione da lontano, non mi pare possano esserci spazi per chissà quali tattiche oltre l’ azione sull’ ultima salita.
Tutt’ al più, uno scalatore che fosse anche buon discesista potrebbe provare l’ attacco sulla salita all’ ultimo giro, per poi consolidare in discesa e farsi gli ultimi km alla carica…

U
Member

Io è da quando ho visto il percorso l'anno scorso che do alla pari Nibali e Valverde. Per motivi diversi mi sembrano i due che hanno qualità, fondo e motivazioni superiori agli altri papabili. Poi, va bene, mancano 6 mesi… Certo che a Valverde andrebbe bene arrivare con un gruppetto ai piedi dell'ultima rampa, mentre per Nibali una situazione del genere potrebbe invece rivelarsi una fregatura. C'è il precedente di Rio 2016 in cui, su un percorso simile (non uguale, ma comunque duro) l'Italia corse molto bene, portando la punta della squadra nel posto giusto al momento giusto. Gli uomini… Read more »

Scaldamozzi ogni tanto
Member

uber Io è da quando ho visto il percorso l'anno scorso che do alla pari Nibali e Valverde. Per motivi diversi mi sembrano i due che hanno qualità, fondo e motivazioni superiori agli altri papabili. Poi, va bene, mancano 6 mesi… Certo che a Valverde andrebbe bene arrivare con un gruppetto ai piedi dell'ultima rampa, mentre per Nibali una situazione del genere potrebbe invece rivelarsi una fregatura. C'è il precedente di Rio 2016 in cui, su un percorso simile (non uguale, ma comunque duro) l'Italia corse molto bene, portando la punta della squadra nel posto giusto al momento giusto. Gli… Read more »