Rotto un braccio ad un corridore della NTT durante un arresto

Rotto un braccio ad un corridore della NTT durante un arresto

27/12/2019
Whatsapp
27/12/2019

In un video apparso ieri su Twitter, si può vedere il corridore sudafricano Nicholas Dlamini, in forza alla NTT (ex Dimension Data) mentre viene arrestato dai rangers del Table Mountain National Park.

L’autore del video, Lawrence Lindeque, afferma nel video che a Dlamini sia stato rotto un braccio durante l’arresto, provato poi con le foto delle radiografie.

Dlamini, secondo i rangers, sarebbe stato arrestato per non aver pagato il biglietto di ingresso nel parco e per essere stato privo di permessi (non si specifica quali), e che si sarebbe ferito da solo nella concitazione del momento.

 

Commenti

  1. bomberos:

    Immagino le reazioni di qualcuno fosse successo in Italia....questi non hanno il senso della civilta'
    Beh, in Italia abbiamo avuto dei morti per situazioni del genere........
  2. mi auguro che il malcapitato ciclista riceva un congruo risarcimento e che il simpatico ranger abbia le sue beghe, ma non ne andrei tanto sicuro, se non ci fosse stato il tipo a filmare di sicuro avrebbe dovuto subire in silenzio e portare a casa. non è raro vedere le forze dell'ordine agire in questo modo, USA in primis, anche nei confronti di persone per nulla minacciose. meglio o peggio non lo so, probabimente più adatto a posti dove la criminalità è alle stelle, e il sudafrica è tra questi, da noi invece si dice spesso che gli agenti abbiano le mani legate, ma se agissero così voglio vedere che putiferio salterebbe fuori ogni due per tre
  3. samuelgol:

    Nel fermo immagine si vede in effetti una impostazione non corretta. Però spesso i fermo immagine ingannano.

    Quindi un rappresentante delle forze dell'ordine di fronte ad un soggetto che oppone resistenza cosa dovrebbe fare secondo te? Lasciarlo fare e/o darsela a gambe? O magari prendersi schiaffi, pugni, calci o pistolettate? In effetti sarebbe da togliere loro anche l'arma d'ordinanza e allo stadio o alle manifestazioni in genere, togliere scudi e manganelli, così se assaliti, evitano di esercitare la violenza di stato, tipica dei piccoli uomini che in uniforme diventano belve, tipo SS. Si potrebbe dotarli di mazzi di fiori al limite.
    infatti ma magari da altre parti non intitolano palazzetti o strade a "povere vittime della polizia carnefice"; detto ciò guardo spesso il programma "cops" in cui vengono mostrati gli arresti della polizia statunitense ed è spesso fuori luogo il modo in cui assalgono sospettati senza motivo apparente, atterrandoli, sedendovici sopra o con le ginocchia in 3, roba mai vista qua.