Rotto un braccio ad un corridore della NTT durante un arresto

Rotto un braccio ad un corridore della NTT durante un arresto

27/12/2019
Whatsapp
27/12/2019

In un video apparso ieri su Twitter, si può vedere il corridore sudafricano Nicholas Dlamini, in forza alla NTT (ex Dimension Data) mentre viene arrestato dai rangers del Table Mountain National Park.

L’autore del video, Lawrence Lindeque, afferma nel video che a Dlamini sia stato rotto un braccio durante l’arresto, provato poi con le foto delle radiografie.

Dlamini, secondo i rangers, sarebbe stato arrestato per non aver pagato il biglietto di ingresso nel parco e per essere stato privo di permessi (non si specifica quali), e che si sarebbe ferito da solo nella concitazione del momento.

 

Commenti

  1. jan80:

    no ma anche che ad un alt perche' stava entrando in una zona non permessa......se tanto mi da tanto vieni fermato con la forza,perche' se sei una persona intelligente ti fermi.
    Comunque non sappiamo come sono andate le cose....ma dar le colpe a priori alla polizia anche no
    Proprio perché non so come sono andate effettivamente le cose non mi metto a fantasticare su come potrebbe essere andata....
  2. samuelgol:

    In Italia le FFOO rispetto a quel che si vede in molti altri paesi del mondo, sono delle educande. Video che in Italia solleverebbero il popolo, il Governo, il Parlamento, Striscia la Notizia e pure le Iene, all'estero si vedono spesso e volentieri. Non parlo di violenza grave, parlo anche semplicemente di modi molto spicci e sbrigativi. Non è raro che qualche italiano, abituato all'andazzo italiano, faccia qualche sciocchezza all'estero e poi il galletto con le FFOO locali e si scotti le manine. In Europa e anche in paesi extraeuropei. Non parlo di paesi più o meno sottosviluppati, ma anche di paesi considerati civili e civilizzati.
    Mi è capitato ad esempio, di vedere di persona all'opera il servizio di ordine pubblico all'Oktoberfest a Monaco di Baviera. Se fai l'imbecille te la fanno passare a sganassoni la sbornia.
    Io ho visto all'opera i poliziotti spagnoli. Anche là c'è poco da fare i fenomeni. Se lo fai, la paghi con gli interessi.
    Ho avuto un bruttissima esperienza, però, proprio in Italia. E ti assicuro che non avevo fatto assolutamente nulla. Talvolta, qui, ho avuto la sensazione che le Forze dell'Ordine facciano "i forti" solo con chi è "molto molto debole".