Scott annuncia aumento di prezzi

155

[Comunicato stampa] Bergamo, Italia, 30 Novembre 2021. La pandemia da Corona Virus continua ad avere effetti profondi sull’economia mondiale, di conseguenza anche il settore della bicicletta si trova a fronteggiare una situazione ancora straordinaria, da un lato beneficiamo delle condizioni molto positive in termini di attività per il tempo libero, ecologia e mobilità, dall’altro, l’acquisto e la pianificazione delle merci resta problematico e di difficile gestione.

Nell’ultimo anno e mezzo una molteplice varietà di prodotti in tutto il mondo ed in tutti i settori merceologici è stata soggetta ad aumenti di prezzo e purtroppo anche il mondo bici ne sta risentendo direttamente.
Tutto ciò è da ricondurre a parecchie variabili tra cui l’aumento dei prezzi delle materie prime, i molteplici costi di trasporto, le fluttuazioni valutarie e tutti i costi collaterali.

In questi due anni abbiamo cercato di preservare la nostra rete vendita e i clienti finali da questo continuo aumento, posticipando la data di questa azione commerciale. Oggi abbiamo dovuto prendere una scelta “forzata” rimandata fino all’ultimo. Vi comunichiamo pertanto che il listino prezzi della collezione 2022 subirà un aumento medio (contenuto il più possibile) del 5% dei prezzi al pubblico, con decorrenza dal 1° dicembre ed interesserà tutti gli ordini in essere non ancora evasi.

Scott

 

Commenti

  1. C'è poco da fare, sta aumentando tutto e dico tutto (ah no, gli stipendi no...), una botta economica in faccia a tutti, la bici è uno sfizio, ci sono cose più pesanti (carburanti/energia elettrica/auto/alimenti etc...), conseguenza più o meno ovvia dei vari lockdown, i meno ingenui ovviamente si aspettavano tutto, non a caso si sta cercando di evitare in tutti i modo un ennesimo lockdown spingendo a tutta sui vaccini (con buona pace dei NOVAX ma non andiamo OT), economicamente sarebbe un vero disastro, già così siamo messi male.
    Il vero guaio è che a situazione "sbloccata" tutti questi rincari nella quasi totalità non invertiranno la rotta e tali resteranno.
    ...Tempi bui...

    Per quanto mi riguarda, pur avendo una bici vecchia mi guardo bene dal cambiarla ora, bagno di sangue, a meno di occasioni nette. In futuro penso mi rivolgerò a Canyon o Rose oppure un usato, i Brand noti hanno ormai prezzi troppo UP per le mie tasche ed i miei principi sulla gamma media. Pazienza. Resta sempre il fatto che non essendo un bene primario ma uno sfizio il problema è minimo e come sempre basterebbe che ognuno si tenesse la bici che ha per qualche hanno ed i prezzi si si abbasserebbero o almeno le occasioni fioccherebbero ma tanto non succederà :-)xxxx
  2. Doctor Speck:

    Appena sentito il negoziante, mi ha assicurato che a me cliente finale il prezzo non cambia essendo l'ordine partito 7 mesi fa.
    Come dovrebbe essere.. anche chi avrebbe in mano un semplice foglio di carta se ordinata per tempo potrebbe, con l'aiuto di un avvocato nel caso serva, far valere le sue ragioni e ritirare il mezzo al prezzo pattuito (vale anche per chi vende ovviamente)
Articolo precedente

Bernard Sainz a processo

Articolo successivo

Cresce il mondo della bici, ma crescono anche i prezzi

Gli ultimi articoli in News