Vuelta 2018: la sorpresa Oscar Rodriguez

Non se ne abbia a male Oscar Rodriguez (Euskadi-Murias), ma la sua vittoria di oggi alla Vuelta è decisamente una sorpresa. Sconosciuto, passato pro un anno fa, corridore di una squadra basca invitata alla Vuelta, mai una vittoria da Pro, miglior risultato un 6° posto al Tour de Castille-e-Leon, ha domato una delle salite più dure di questa Vuelta,  l’Alto de la Camperona, 8,8km con passaggi al 20%, involandosi all’ultimo chilometro e battendo due compagni di fuga di rango come Rafal Maika (Bora-Hansgrohe) e Dylan Teuns (BMC), senza grandi assoli, ma gestendosi come un veterano.

In testa alla classifica Herrada (Cofidis) conserva la maglia rossa, ma concedendo tempo agli inseguitori più titolati. Mentre si è visto Nairo Quintana (Movistar) che ha rosicato qualche secondo a Simon Yates (Mitchelton-Scott) ed è ora 3°.

 

Articolo precedente

Visita a Dario Pegoretti. 10 anni fa

Articolo successivo

Candidatura di David Millar alla carica di presidente del sindacato di ciclisti professionisti

Gli ultimi articoli in News

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…