Continental presenta il nuovo Grand Prix 5000 S TR

Continental presenta il nuovo Grand Prix 5000 S TR

Piergiorgio Sbrissa, 04/10/2021

[Comunicato stampa]4 ottobre 2021 – Korbach, Germania: Continental ha annunciato oggi il lancio del Grand Prix 5000 S TR, l’ultimo pneumatico per biciclette tubeless ready incentrato sulle prestazioni che si unisce alla pluripremiata gamma Grand Prix 5000. Più leggero, più veloce, più resistente e più facile da montare come tubeless rispetto al Grand Prix 5000 TL, il nuovo Grand Prix 5000 S TR è progettato per essere lo pneumatico da strada incentrato sulle prestazioni per eccellenza, qualunque forma di guida su strada scelga un ciclista.

Il nuovo Grand Prix 5000 S TR è il 20% più veloce e 50 grammi più leggero del Grand Prix 5000 TL grazie alla sua struttura a 2 strati, con il 28% in più di protezione dei fianchi. Disponibile nelle colorazioni laterali nere o nere e trasparenti, il Grand Prix 5000 S TR utilizza il composto BlackChili di Continental per il massimo equilibrio tra resistenza al rotolamento, aderenza e longevità; Vectran Breaker per protezione contro le forature e resistenza allo strappo e Lazer Grip per curve eccezionali.

Piuttosto che aggiornare semplicemente il Grand Prix 5000 TL, Continental ha reinventato il suo approccio ai pneumatici da strada tubeless ready. Il Grand Prix 5000 S TR è compatibile con cerchi hookless e tubeless ready di serie, grazie a un nuovo sistema tubeless ottimizzato per l’utente e a una struttura robusta. La nuova costruzione facilita il montaggio degli pneumatici e fornisce un maggiore supporto su strada per una guida sicura e dinamica.

La Grand Prix 5000 S TR è stata testata nei laboratori di allenamento, corsa e prestazioni da più squadre del gruppo professionistico nel 2021. Questa stagione è stata guidata dai vincitori delle tappe del Grand Tour e dai campioni del mondo, tra cui Filippo Ganna (INEOS-Grenadiers ) con la vittoria a cronometro nel Campionato del Mondo a settembre, e la vittoria di Sonny Colbrelli (Bahrain-Victorious) alla Parigi-Roubaix.

Quest’ultimo pneumatico ad alte prestazioni arriva sul mercato mentre Continental celebra il suo 150° anniversario, dimostrando l’impegno continuo del marchio a rimanere all’avanguardia nell’innovazione nel campo della mobilità. Questo nuovo pneumatico è in fase di sviluppo dal 2019, con oltre 18 mesi di test e prove sui prodotti completati.

Prezzo: 79.90eu

Commenti

  1. blade9722:

    Ma il valore in sé non è importante, il concetto è che all'aumentare della velocità aumenta esponenzialmente il peso dell'areodinamica, che scala come il cubo, rispetto al rotolamento, che scala linearmente. Per cui maggiore è la velocità, minore è l'impatto complessivo delle gomme.
    30W a 100W hanno un peso, a 300W hanno un peso inferiore.
    Poi il ho buttato li un 200W a 28km/h ma era solo per fare un esempio, con conti che ho definito della serva.
    Qualcuno l'ha capito, altri, che guarda caso sono i più aggressivi nella contestazione, no.
    Ma è la tipica dinamica da forum, gente che alla minima contraddizione passa all'attacco.
    tranquillo che il tuo senso l'ho capito. ma tu non capisci il mio. se mi dici che con ceramispeed risparmio mezzo watt e mi porti il dato strumentale io ci posso anche credere, perche mezzo watt passa inosservato. è una cosa non apprezzabile su strada.
    Un ciuffo fuori posto probabilmente fa uguale.
    se mi dici 35w (ma anche fossero "solo" 20) , mi dici una quantità che non passa inosservata. mi dici una quantità superiore al 10% della potenza alla soglia. come uscire frenati. E' vero che esistono dei materiali migliori , ma 35w sono un abisso.

    p.s. mi hai fatto quasi venire voglia di ordinare una coppia di maxxis refuse per simulare il controvento. :mrgreen: si scherza eh
  2. henry_z4:

    vabe grazie dovevi fare 300km con sterrati.. che ci volevi mettere gli schwalbe TT così alla prima pietruzza ti ritiravi?
    Io ciotolati e sterrati con le Corsa Speed li ho fatti, ma tubeless.
    Ho preso anche un vetro sui navigli, dopo 40km mi sono deciso a mettere il vermicello perché trasudava lattice, il buco era troppo largo