Giro 2020: Dowsett, una vittoria piena di emozione

Giro 2020: Dowsett, una vittoria piena di emozione

10/10/2020
Whatsapp
10/10/2020

[Comunicato stampa] Lo specialista britannico della cronometro, in fuga con altri cinque corridori, stacca tutti nel finale per arrivare da solo al traguardo. João Almeida conserva la Maglia Rosa alla vigilia dell’arrivo in salita di Roccaraso. 

Vieste, 10 ottobre 2020 – Alex Dowsett (Israel Start-Up Nation) ha vinto in solitaria l’ottava tappa del 103^ Giro d’Italia, la Giovinazzo-Vieste di 200 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati i compagni di fuga Salvatore Puccio (Team Ineos Grenadiers) e Matthew Holmes (Lotto Soudal).

Il gruppo è arrivato dopo 13’56” con João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) che conserva la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Alex Dowsett (Israel Start-Up Nation) – 200 km in 4h50’09”, media 41.358km/h
2 – Salvatore Puccio (Team Ineos Grenadiers) a 01’15”
3 – Matthew Holmes (Lotto Soudal) s.t

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 43”
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 48″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Filippo Ganna (Team Ineos Grenadiers)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)

Il vincitore di tappa Alex Dowsett, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Non ho parole per descrivere come mi sento in questo momento. Volevo veramente ottenere un successo in questo 2020 così difficile! Non ho ancora un contratto per il prossimo anno e a gennaio nascerà mio figlio: avevo davvero bisogno di un risultato del genere, non ci posso credere!”.

La Maglia Rosa João Almeida, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Oggi è stata una tappa abbastanza tranquilla per noi. Abbiamo corso in testa al gruppo ma l’obiettivo non era riprendere la fuga quanto tenere la Maglia Rosa. Domani sarà più difficile ma sicuramente proveremo a difenderla”.

Commenti

  1. emozionalmente viene pensare all'ansia di essere "precario", padre, e di dover vincere una gara per sentirsi un po' meglio.
    Complimenti a lui ma la condizione di questi ciclisti non e' rosea per nulla.