Simon Yates e Pavel Sivakov si ritirano dalla Vuelta causa covid

44

Simon Yates (BikeExchange-Jayco) non prenderà il via oggi alla Vuelta alla 11^tappa a causa della positività al covid.

Yates, vincitore della Vuelta 2018 era attualmente 5° in classifica generale, dopo aver recuperato una posizione grazie alla prestazione anella cronometro di ieri.

Il 30enne inglese ha sofferto stanotte di lievi sintomi e stamattina è risultato positivo al test, quindi il ritiro. La squadra australiana ora farà ulteriori controlli sugli altri corridori e sullo staff. Il medico di squadra, dott. Dani Castillo, ha dichiarato: “durante la notte il nostro corridore Simon Yates ha avuto dei sintomi tipici da Covid-19 con lieve febbre e dolori. Abbiamo effettuato un test stamattina e sfortunatamente è risultato positivo, e pertanto non prenderà il via oggi alla 11^tappa, essendo la salute ed il benessere dell’atleta la nostra priorità

Stessa sorte per Pavel Sivakov (Ineos-Grenadiers), positivo stamattina. Il corridore francese occupava la 9^posizione in classifica generale.

Commenti

  1. jan80:

    Non e' qualunquista......se tu stai giocando per un podio in un GT,stai bene,anzi benissimo,non vedo perche' devi ritornare a casa.
    Vorrei vedere se eri tu che lottavi per un podio se dicevi la stessa cosa........
    Qua non e' un discorso PRO-VAX o NO-VAX,qua stiamo parlando di lavoro vero
    Se stanotte aveva febbre e dolori non stava "benissimo", e magari nei prossimi giorni lo si sarebbe visto su strada?
  2. Petgold969:

    OK Dott. Jan quindi basta stare seduti in bici per non ammalarsi bella cumpa abbiamo trovato la cura o-o
    a 2mt di distanza e con aria corrente non vedo come tu possa contagiarti.......ma se siamo rimasti al periodo dove un solitario in spiaggia che si faceva una corsa uccideva la nazione.......beh abbiamo poche speranze.
    Comunque ripeto io non la voglio mettere sul discorso covid,io dico solo che se uno sta bene e' giusto che corra e nel caso ci sono i medici della squadra che possono decidere se sia rischioso( per atleta stesso) correre oppure no........ma non i tamponi,dove sappiamo benissimo che abbiamo milioni e milioni di positivi attualmente in Europa
Articolo precedente

Evenepoel vince la crono e allunga

Articolo successivo

Kaden Groves il più veloce allo sprint. Alaphilippe caduto e ritirato

Gli ultimi articoli in News