Guillaume Martin ritirato al Tour causa covid

77

Altra vittima del covid nel gruppo al Tour de France, si tratta di Guillaume Martin. Il capitano della Cofidis non è partito dunque oggi nonostante occupasse la 14^ posizione in classifica generale.

Guillaume Martin

Guillaume Martin è risultato positivo ad un doppio tampone effettuato sabato internamente dal medico della squadra, effettuati dopo che il corridore aveva lamentato un leggero mal di gola. Un test PCR effettuato d’urgenza questa domenica mattina dall’unità mobile dell’ASO ne ha confermato la positività. Come da regolamento e in accordo con i medici UCI e ASO Guillaume Martin non ha quindi preso il via della 9a tappa.
Sono stati testati anche gli altri corridori Cofidis e tutto lo staff, i cui risultati sono stati tutti negativi. La squadra effettuerà un nuovo test obbligatorio al termine della giornata di riposo, secondo il protocollo messo in atto dall’ASO.

Guillaume Martin interrompe la propria incredibile serie di 362 giorni di corse senza ritiri. L’ultimo suo ritiro datava infatti 2018 in occasione del Trofeo Laigueglia.

Non partenti oggi anche Ruben Guerreiro (EF-EasyPost) e Kasper Asgreen (Quickstep), ma non per motivi legati al covid.

 

Commenti

  1. VADABRUT:

    Per la roulette russa non si usa più la pistola, si usa la siringa e molti, forse troppi, hanno già "sparato" 3 volte.

    "Solo un po' di mal di gola"......... se non ricordo male Michele Bartoli partì per affrontare una Liegi con un po' di mal di gola, scatarrando a destra e sinistra e la vinse...... sarò vecchio e rimbambito ma ho come l' impressione che questi ragazzi vengano fermati per evitare guai peggiori che non derivano sicuramente dal mal di gola.
    Va beh, vediamo cosa succederà....... secondo me è assurdo mandare a casa un asintomatico, curiamo i malati e lasciamo correre i sani.
    Quelli nati fino al 1975 hanno in corpo più metalli pesanti che un pesce che nuota nelle acque di fukushima, eppure non c’è stata una mattanza, anzi c’è stata la debellione di malattia che hanno fatto milioni di morti.
    In realtà non si manda a casa un asintomatico o meglio non si manda a casa chi ha una bassa carica virale, ma se vi fa comodo credere il contrario per avvalorare le vostre teorie complottiste fate pure.
  2. VADABRUT:

    Et voilà, anche oggi mi sono sentito dare del "complottista"...... peccato che ho in famiglia un doppia dose morto ufficialmente di covid, in realtà non si sa bene di cosa sia morto. Mi fermo con gli esempi famigliari per non esagerare.

    Vediamo come evolve la faccenda, mi risulta che molti di quei ragazzi abbiano passato "indenni" il test questa mattina, sono contento, mentre sono veramente dispiaciuto per un bel ragazzone 26enne di un paese vicino al mio che ci ha lasciato qualche notte fa...... ma sarà stato il caldo.
    Si muore anche da vaccinati e nessuno dice il contrario, 2 su 100.000 , quelli non vaccinati però sono 11 su 100.000 e la differenza non mi sembra piccola. Uno può essere libero di non vaccinarsi se ha paura o non ci crede e decide di rischiare sulla sua pelle , ma i dati ufficiali parlano chiaro , come quelli sulle presunte morti da vaccino.
  3. Lucadb6:

    Al momento, considerata la situazione attuale, queste misure sembrano eccessive.
    Forse sarebbe più salutare (soprattutto mentalmente) mollare un pò la presa e considerare questa malattia endemica così come le morti che ne derivano, morte che purtroppo è contemplata dalla condizione umana nella quale siamo relegati volenti o no.
    Forse il fatto che nessun positivo sia stato rilevato è un passo verso questo senso..
    Che ad oggi, in attesa di qualcosa di risolutivo, dobbiamo conviverci è vero, ma non possiamo abbassare la Guardia perché quel po di libertà che oggi ci siamo riconquistati l’abbiamo pagata, chi più chi meno, a caro prezzo sia in termini di vite che economici.
Articolo precedente

Wout Van Aert vince di potenza l’8^ tappa del Tour

Articolo successivo

Bob Jungels in fuga per la vittoria

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…